Home » Aghia Napa e dintorni, il nostro itinerario di cinque giorni

Aghia Napa e dintorni, il nostro itinerario di cinque giorni

di Federica

Il nostro viaggio alla scoperta di Cipro è iniziato da Aghia Napa dove abbiamo trascorso i primi cinque giorni. È stata la nostra base logistica per andare alla scoperta delle spiagge più belle dell’isola, di alcuni villaggi tradizionali e della sua capitale Nicosia. In questo articolo vi parlo di quello che non potete perdere se decidete di venire ad Aghia Napa durante il vostro viaggio a Cipro con bambini.

Aghia Napa

Non è certo il luogo più autentico dell’isola e neanche quello che vi farà innamorare di Cipro e della sua ricchissima cultura. Al contrario, Aghia Napa è un agglomerato di resort, luci colorate, musica ad alto volume, di locali tagliati a misura del turismo prevalentemente anglosassone e negli ultimi anni anche russo e in generale nord-europeo. Quando ci ero stata più di dieci anni fa per la prima volta, Cipro non mi aveva lasciato un gran bel ricordo proprio perché non avevo avuto la possibilità di vedere granché di diverso da Aghia Napa. Caotica e affollata, è la tipica località della movida, del divertimento sfrenato e degli eccessi. Non è certamente il genere di luoghi che amiamo durante i nostri viaggi, ma bisogna dare atto che è allo stesso tempo un polo turistico a tutto tondo, in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi tipo di turismo. Ed è quindi una destinazione molto a misura di famiglie per le numerose attività e i servizi che offre. Napa (così la chiamano i ciprioti) è certamente un buon punto di partenza per scoprire le spiagge più belle dell’isola (di cui vi parlo qui).

Come arrivare ad Aghia Napa

Si trova a circa 50 minuti dall’aeroporto di Larnaca, ma noi l’abbiamo raggiunta volando su Pafos con Ryanair. Una volta ritirata l’auto a noleggio in aeroporto, abbiamo attraversato l’isola in direzione nord-est guidando per circa 160 km tra paesaggi a tratti brulli e desolati, ammirando i palazzi di Limassol a ridosso del mare, e costeggiando Larnaca.

Cosa fare ad Aghia Napa

Qui si trova di tutto, dalle spiagge più belle dell’isola, ad attrazioni per ogni genere di turismo. La Marina di Aghia Napa è una zona ricca di locali e negozi, situata nelle vicinanze del porto turistico e ideale per famiglie con bambini. Vi sono numerosi parchi divertimento e giostre ad ogni angolo, di certo i bambini non si annoieranno. L’unica sera in cui ci siamo stati Diego non è stato fermo un attimo. In questa zona, ma più in generale a Cipro, abbiamo notato che bar e ristoranti sono spesso attrezzati di aree giochi per i più piccoli.

Ogni anno ad ottobre si celebra l’Aghia Napa Medieval Festival con attività inerenti al Medioevo, un evento che negli anni ha raggiunto risonanza anche a livello internazionale.

Anche se sembra difficile crederci, Aghia Napa ospita uno dei musei principali di Cipro, il Museo Thalassa, dedicato alla storia marittima dell’isola. Per un divertimento a misura di tutta la famiglia, e se siete amanti dei parchi divertimento acquatici, Waterworld Park è quello che fa per voi.

Nel centro del paese, andate a visitare il monastero di Aghia Napa, un altro luogo che vale la pena di inserire in un itinerario qui.

A metà strada tra Aghia Napa e Sotira si trova la pittoresca chiesetta di Aghia Thekla affacciata sul mare e dai colori tipicamente cicladici, blu e bianco. In prossimità della chiesetta vi è anche una piccola grotta dove i fedeli possono lasciare doni votivi in onore della Santa.

Ad un paio di chilometri dal centro di Aghia Napa vi consiglio di andare a vedere la chiesetta bizantina di Aghios Epifanios. Si tratta di una cappella molto piccola ma altrettanto graziosa, che viene spesso scelta dai locali e dagli stranieri per celebrare matrimoni o battesimi. Da qui si può godere di un panorama bellissimo sulla baia di Aghia Napa, in particolare al tramonto. Pensate che io mi sono appassionata di Cipro guardando una serie tv greco-cipriota che si chiama Mprousko e questa chiesetta era spesso ricorrente qui, quindi non potevamo non andare a vederla.

Quando andare ad Aghia Napa

Aghia Napa può essere visitata in qualsiasi momento dell’anno grazie al suo clima mediterraneo caldo e secco. La primavera e l’autunno sono le stagioni migliori per venire, luglio ed agosto sono molto caldi, quindi per un viaggio con bambini consiglio di preferire un periodo diverso dai mesi centrali estivi.

I dintorni di Aghia Napa

A pochi chilometri da Aghia Napa si estende la zona di quelli che in greco vengono chiamati kokkinochòria, ovvero “villaggi dalla terra rossa”. Il nome sta proprio ad indicare il colore della terra che li caratterizza, il rosso, rappresentando un fertile territorio dedito principalmente all’agricoltura. Fanno parte dei cosiddetti kokkinochoria Potamos e Liopetri, Dherynia, Ormideia, Axnas, Frenaros, Sotira, oltre che gli stessi Paralimni, Protaras e Aghia Napa. Non siamo riusciti a visitarli tutti, ma se vi piace scoprire luoghi dove respirare un’atmosfera autentica, vi consiglio di includerne qualcuno nel vostro itinerario. Noi siamo stati a Sotira, prima per un ottimo pranzo alla taverna To Ploumin, e nel pomeriggio abbiamo visitato la chiesa principale del paese dedicata alla Metamorfosi del Salvatore (Metamorfosi tou Sotira). La chiesa è molto grande, presenta i tipici colori dorati delle icone bizantine, e soffitti dipinti con un dominante colore verde.

Se siete ad Aghia Napa non potete non fare un giro a Protaras, meno caotica della prima, ma pur sempre centro turistico molto frequentato dell’isola.

Il Lago Salato di Larnaca e la Moschea di Hala Sultan Tekke

A 50 km da Aghia Napa in direzione sud-ovest si trova Larnaca, terza città dell’isola. Vale la pena dedicare qualche ora al centro della città, alla chiesa ortodossa di San Lazzaro, e al Lago Salato, uno dei luoghi naturali più scenografici di Cipro. Si tratta di un bacino d’acqua che durante la stagione calda diventa completamente asciutto dando luogo ad una bianchissima distesa di sale accecante, uno scenario quasi surreale. Nelle sue vicinanze sorge la Moschea di Hala Sultan Tekke, il sito musulmano più importante di Cipro. La Moschea può essere visitata, ma trattandosi di un luogo di culto musulmano l’ingresso è consentito solo con abbigliamento idoneo (pantaloni lunghi e almeno manica corta per uomini e donne). All’ingresso non viene dato alcun tipo di abbigliamento in dotazione. L’area intorno alla moschea è praticamente deserta, non vi è nulla intorno se non un camioncino per le bibite, tenetene conto quando venite qui con bambini piccoli. Vi consiglio inoltre di evitare le ore più calde della giornata (anche nel mese di ottobre), il lago è un luogo molto arido, quindi attira ancora di più il caldo. È un luogo che a Diego è piaciuto moltissimo, soprattutto perché da qui si vedono decollare gli aerei, l’aeroporto di Larnaca si trova infatti sull’altra sponda del lago.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

Verified by MonsterInsights