Home » Organizzare un viaggio in Vietnam con bambini: consigli utili

Organizzare un viaggio in Vietnam con bambini: consigli utili

di Federica

Perla del Sud-est Asiatico, il Vietnam è un paese che si può visitare tranquillamente con bambini piccoli e organizzare il viaggio fai da te è molto semplice. Un paese dai molteplici volti, che affascina grandi e piccini con la sua natura, i suoi templi e i sorrisi del suo popolo. In questo articolo vediamo come organizzare un viaggio in Vietnam per un itinerario Vietnam con bambini, partendo dalla nostra esperienza di viaggio con due bambini di due e quattro anni.

Come organizzare un viaggio in Vietnam con bambini

Voli e documenti necessari 

Il primo passo da fare per organizzare un viaggio in Vietnam con bambini fai da te è acquistare il volo internazionale. I voli diretti dall’Italia per il Vietnam sono abbastanza cari, a meno che non troviate un’offerta irrinunciabile, il mio consiglio è quello di cercare un volo per una delle principali città del sud-est asiatico (Kuala Lumpur, Bangkok oppure Singapore), e da lì proseguire per il Vietnam con una compagnia locale (che sia low-cost o  meno). Noi abbiamo trovato un volo ad un prezzo estremamente conveniente per Singapore con Turkish Airlines, e poi abbiamo acquistato il volo per Hanoi con Vietnam Airlines, che è la compagnia di bandiera vietnamita, con buoni prezzi. Noi ci siamo trovati beni e ve la consiglio.

Il secondo passo da fare per organizzare un viaggio in Vietnam con bambini è definire l’itinerario. Il Vietnam è un paese molto esteso, e in base al tempo a vostra disposizione dovrete fare delle scelte. Un’informazione importante è sapere che per i cittadini italiani per viaggiare in Vietnam non è necessario il visto per soggiorni inferiori ai 15 giorni, ma basta solo il passaporto con almeno sei mesi di validità residua alla data del rientro. Questo è ciò che ci ha permesso di scegliere un itinerario in Vietnam di 12 giorni, alcune cose le abbiamo escluse, ma se si tratta di un primo viaggio in Vietnam secondo me è la durata minima per avere una visione generale del paese e potersene innamorare! Come sempre, prima di partire vi consiglio di consultare le informazioni aggiornate per le condizioni di ingresso nel paese sul sito di Viaggiare Sicuri.

Vietnam con bambini

Spostamenti interni 

Un viaggio itinerante in Vietnam prevede di fare diversi spostamenti interni. Si può scegliere di spostarsi in treno o autobus notturni, coprendo anche le grandi distanze, oppure con voli interni. Noi, avendo non troppi giorni a disposizione, abbiamo preferito coprire le distanze maggiori con voli interni, sempre con costi abbordabili. Durante il nostro itinerario in Vietnam con bambini il maggiore spostamento interno è stato il volo Hanoi – Danang con Vietnam Airlines. La compagnia è ottima, aerei ben tenuti e puntuali, l’abbiamo preferita alle low-cost per rapporto qualità-prezzo. Sebbene non sia una low-cost, sono tuttavia abbastanza pignoli sul peso dei bagagli!

Per distanze minori, come ad esempio Hanoi – valle di Mai Chau (3 ore di distanza) abbiamo usato driver privati prenotati direttamente in loco. Hanno prezzi abbordabili, soprattutto se viaggiate con bambini e cercate un confort maggiore (ma comunque, dimenticatevi seggiolini per i bimbi!) e si trovano praticamente ovunque. Si possono organizzare tramite le guest-house o gli alberghi, oppure le principali città sono piene di agenzie turistiche presso cui poter acquistare questo tipo di servizi.

Nota sulla sicurezza stradale in Vietnam: le grandi città sono estremamente caotiche e piene di mezzi che sfrecciano ovunque, soprattutto motorini (Hanoi è incredibile in questo!). I vietnamiti hanno una guida che a noi può sembrare scellerata, ma durante tutto il viaggio non abbiamo visto un solo incidente. Dipende molto dall’autista che trovate, certo è che la sicurezza stradale e le precedenze sono percepite diversamente rispetto a noi. Non abbiamo fatto nessun transfer in auto che mettesse a disposizione il seggiolino per la piccola di due anni, ma posso comunque dire che non ci siamo mai sentiti in pericolo. Alcuni autisti erano più cauti, altri un po’ più spericolati, ve lo dico perché possiate arrivare preparati ad un viaggio in Vietnam con bambini piccoli!

Per gli spostamenti nelle città potete optare per i cyclo, oppure grab e taxi che hanno prezzi molto abbordabili. Noi abbiamo quasi sempre usato l’app di Grab.

Come organizzare un viaggio in Vietnam

Vietnam fai da te, valuta e carte di credito

Una delle domande che ci si pone su come organizzare un viaggio in Vietnam fai da te riguarda la questione valuta e carte di credito. In base alla nostra esperienza vi posso dire che le carte di credito sono comunemente usate nei principali centri turistici, i circuiti più comuni e funzionanti sono Mastercard e Visa. Tuttavia, non sono accettate sempre ovunque, quindi è ben munirsi di contanti. I dollari americani sono accettati quasi sempre, ed è bene sapere che la valuta vietnamita può essere cambiata solo in Vietnam. Vi sconsiglio di cambiare valuta locale in aeroporto, ma potete farlo direttamente in città presso le molte agenzie di servizi turistici che fanno anche cambio valuta (Hanoi e Hoi An ne sono piene). Accettano il cambio sia da dollaro che da euro, solitamente il tasso è più favorevole cambiando tagli piccoli di moneta. Quindi, carte di credito vanno benissimo, ma è bene avere una buona scorta di contanti in dollari o, meglio, moneta locale. Ad esempio, quando abbiamo visitato la zona rurale di Mai Chau la carta di credito e i dollari non sono stati accettati da nessuna parte. Se visitate i mercati locali, che siano in zone remote o in grandi città, meglio pagare in valuta locale.

Vietnam con bambini piccoli: situazione sanitaria e vaccini

Dal punto di vista sanitario il Vietnam è un paese abbastanza sicuro. Non sono richieste vaccinazioni obbligatorie per accedere nel paese, e ciò fa sì che possa essere visitato tranquillamente anche con bambini piccoli. Noi lo abbiamo visitato con i nostri figli di 2 e 4 anni, e non abbiamo fatto vaccinazioni particolari. In merito a questo consultate sempre il vostro medico/pediatra. Ci sono, tuttavia, una serie di precauzioni ed accortezze che è bene adottare, in generale, per un viaggio nel sud-est asiatico, a maggior ragione per un viaggio in Vietnam con bambini. Sono le tipiche precauzioni del viaggiatore, ma facciamo un piccolo ripasso insieme. Evitate ghiaccio nelle bibite (a meno che non siate in locali di un certo livello), consumate frutta e verdura crude solo se lavate e sbucciate da voi, e bevete solo acqua in bottiglia. Per lavare i denti è consigliato evitare l’acqua del rubinetto e usare acqua di bottiglia, in particolare per i bambini che tendono ad ingoiare l’acqua. Consultate sempre il vostro medico di fiducia, ma dalla nostra esperienza posso consigliare di assumere fermenti lattici prima di partire. In ultimo, evitate (ahimè), lo street food e non dovreste avere problemi durante il viaggio.

Consiglio da genitori a genitori: sebbene non siano richieste vaccinazioni obbligatorie, prima di partire assicuratevi che i vostri bimbi abbiano almeno la copertura per antitetanica ed epatite A (le sbucciature con i piccoli, si sa, sono all’ordine del giorno, ed è facile che, nonostante la nostra attenzione, mettano di tutto in bocca).

Se vi state chiedendo se il Vietnam sia adatto per viaggiare con bambini piccoli, la nostra risposta è sì. Non ci siamo mai trovati in situazioni che abbiamo reputato a rischio per i nostri bambini. Al contrario, anche nei posti più semplici e autentici in cui siamo stati, non posso dire di aver trovato ambienti sporchi, magari era molto semplici, questo sì. Soprattutto, i nostri bimbi sono sempre stati accolti con grande calore.

Al fine di evitare di contrarre malattie come la Dengue, è consigliabile adottare un comportamento adeguato e prendere le dovute precauzioni contro le punture di zanzara. Il consiglio è quello di utilizzare repellenti, prediligere vestiti chiari e lunghi, e se la zona e il periodo lo richiedono particolarmente, usare zanzariere per dormire.

Come ultimo consiglio, prima di partire consultate sempre il sito Viaggiare Sicuri, sotto ogni paese c’è una voce specifica relativa alla situazione sanitaria e vaccinale del paese.

Inoltre, è buona regola non partire mai senza assicurazione di viaggio, soprattutto verso mete lontane.

Per i lettori di Viaggiatorisicresce è riservato un codice sconto del 10% su qualunque polizza viaggio con Columbus AssicurazioniA questo link potete acquistare la vostra assicurazione di viaggio Columbus con il 10% di sconto (oppure inserendo il codice sconto BTG032 in fase di acquisto).

 

Vietnam quando andare

Il Vietnam è caratterizzato da un clima subtropicale a nord e un clima tropicale nella regione del centro-sud. Se vi state chiedendo quale sia il periodo migliore per un viaggio in Vietnam con bambini, trovare una risposta univoca non è semplice, dipende molto dall’itinerario scelto. Il nord del paese presenta inverni piuttosto freschi ed estati calde e umide, il centro ha un clima secco con temperature elevate da giugno a ottobre, il sud presenta una stagione umida tra maggio e novembre, e una stagione secca tra dicembre a aprile. Questo vale ovviamente in linea di massima, l’estate è sicuramente il periodo più caldo, afoso e tendenzialmente piovoso in Vietnam, tenete conto di ciò se venite soprattutto con bambini piccoli. Se avete intenzione di visitare la zona di Sapa nell’estremo nord del paese, tenete conto che l’inverno può fare molto freddo. Da novembre ad aprile è il periodo più secco, quindi tendenzialmente più consigliato per viaggiare nel paese. Le temperature cambiano da nord a sud. Il nostro viaggio si è svolto a marzo e nella zona di Mai Chau (stessa latitudine di Hanoi) le temperature erano meno afose (ma comunque da manica corta) rispetto alla zona centrale di Hoi An, dove abbiamo trovato temperature molto più calde. Il mio consiglio è quello di non fermarsi troppo a guardare il meteo, una variabile importante oggi giorno per viaggiare è determinata dai prezzi dei voli intercontinentali. Quindi, se trovate un volo ad un buon prezzo per andare in Vietnam, vi consiglio di non pensare troppo al meteo e di prenotare! Il clima può essere instabile ed imprevedibile.

Itinerario Vietnam con bambini

Vietnam con bambini, cosa vedere

Il nostro viaggio in Vietnam è stato molto itinerante come tutti i viaggi che facciamo con i nostri figli. Ci ha visti esplorare diversi volti di questo paese incredibile, ci ha emozionati moltissimo e non escludiamo di ritornarci prima o poi. Se siete curiosi di conoscere il nostro itinerario in Vietnam con bambini piccoli (i nostri figli avevano 2 e 5 anni all’epoca del viaggio), questo è l’articolo che fa per voi: Vietnam con bambini, itinerario e cosa vedere in 12 giorni. 

Come organizzare un viaggio in Vietnam: la scelta degli alloggi

In Vietnam si trovano alloggi davvero per tutte le tasche! Noi, viaggiando nel mese di marzo, non abbiamo avuto l’esigenza di avere la piscina quindi siamo riusciti a contenere la spesa del pernotto pur non rinunciando ai confort di base. Abbiamo anche dormito in homestay gestite dai locali (nella valle di Mai Chau), contenendo di parecchio la spesa e facendo esperienza della gentilezza e accoglienza più autentica del popolo vietnamita. Nelle città (Hanoi e Hoi An) abbiamo scelto alloggi, tutti prenotati da Booking, con una spesa media di 60€ a notte (per due adulti e due bambini), per alloggi puliti e ben tenuti. Se decidete di fare la crociera nella baia di Halong, questa è una spesa che incide non poco sul budget!

I vietnamiti sono molto cordiali e orientati ai viaggiatori, e con loro si instaura un rapporto di fiducia e apertura. Nelle strutture in cui era previsto il pagamento in struttura non ci è stato mai chiesto il pagamento all’arrivo ma solo al check-out.

Vietnam con bambini, dove dormire

Vi lascio quindi i riferimenti degli alloggi da noi scelti durante il nostro viaggio in Vietnam con bambini, di due e quattro anni.

Partiamo da Hanoi, la prima tappa del nostro viaggio in Vietnam, dove abbiamo soggiornato in totale tre notti.

Il nostro hotel ad Hanoi è stato Trang Trang Premium Hotel. Si trova in pieno centro storico (Old Town), quindi molto comodo per visitare la città. Pulito e con ottimo rapporto qualità prezzo, noi abbiamo fatto base qui tre notti. Non è attrezzato per la colazione, quindi vi consiglio di non scegliere l’opzione colazione durante la prenotazione (a noi è stato rimborsato il costo colazione in loco). Direttamente tramite l’hotel abbiamo prenotato il pick-up dall’aeroporto il giorno di arrivo ad Hanoi, e poi di nuovo il transfer per l’aeroporto il giorno in cui abbiamo preso il volo per Da Nang.

Per il vostro soggiorno ad Hanoi potete prenotare il vostro hotel qui: prenota qui Trang Trang Premium Hotel ad Hanoi.

La seconda tappa del nostro viaggio in Vietnam è stata la Valle di Mai Chau. Qui abbiamo scelto di soggiornare in una Home stay gestita dalla popolazione locale, molto semplice, che richiede un po’ di adattamento, ma se siete abituati a viaggiare con i vostri piccoli si può fare. L’Home Stay si chiama Truong Huy Homestay e si trova fuori dal centro caotico della città di Mai Chau, direttamente affacciata sulle risaie in un ambiente bucolico e decisamente autentico. Ribadisco che l’alloggio è davvero molto molto semplice, ma la vista qui è qualcosa di meraviglioso. Colazione, pranzo e cena con vista risaie, sorrisi della gente locale, nel quasi totale silenzio e in armonia con la natura circostante. Ve lo consiglio se cercate un’esperienza autentica in zona. Così autentica che per comunicare con il gestore vi servirà Google Translator (l’inglese qui è poco masticato). Inoltre, qui si possono noleggiare le bici (anche con seggiolino per bimbi piccoli) e si fa un’immersione nella cultura locale e potete girare tra i villaggi rimasti ancora fortemente ancorati alle loro tradizioni. Per il vostro soggiorno nella valle di Mai Chau, vi consiglio Truong Huy Homestay, vi lascio direttamente il link qui per prenotare.

Il terzo pernottamento del viaggio in Vietnam è stato nella Baia di Halong, dove abbiamo fatto la crociera di 2 giorni / 1 notte. Abbiamo prenotato con Alova Cruises, poi li avevo contattati su whatsapp, e per i dettagli ci siamo incontrati ad Hanoi prima della partenza per la baia. Ve la consiglio con e senza con bambini piccoli, il servizio è molto curato e la barca non è troppo grande e a sicuramente a misura di famiglie. Se desiderate fare una crociera nella baia di Halong, questo è il link per prenotare con Alova Cruise. 

Quarta e ultima tappa del nostro viaggio in Vietnam con bambini è stata la città di Hoi An. Anche ad Hoi An ci siamo trovati bene con l’alloggio scelto quindi ve lo consiglio più che volentieri. Per dormire ad Hoi An il nostro consiglio è Serenity Villa Hoi An, un albergo semplice ma molto confortevole a 15 minuti a piedi dalla Old Town. Le camere per famiglie sono spaziose, e l’hotel si trova in una zona molto tranquilla della città. Abbiamo trovato un ottimo rapporto qualità prezzo, anche in termini di pulizia. Se state cercando un hotel dove alloggiare ad Hoi An, sicuramente Serenity Villa Hoi An è un ottima scelta. Inoltre, qui vengono messi a disposizione gratuita degli ospiti le bici per girare la città, anche con seggiolini per i bimbi (i seggiolini non sono tanti, quindi prima dell’arrivo vi consiglio di segnalare quanti ve ne servono). Questo è il link per prenotare Serenity Villa Hoi An. 

NB: questi sono link in affiliazione; ciò vuol dire che per ogni prenotazione fatta tramite uno di questi link, Viaggiatorisicresce percepisce una piccola commissione, ma a voi non cambia nulla sul prezzo. Se trovate utili i nostri consigli di viaggiatori con bambini, prenotando da questi link ci supportate nei nostri progetti e ci aiutate a condividere sempre consigli utili con altre famiglie viaggiatrici. 

Internet durante un viaggio in Vietnam con bambini 

Nonostante il wi-fi sia reperibile un po’ dappertutto, secondo noi per viaggiare in Vietnam è preferibile acquistare una sim dati locali così da essere coperti ovunque, a maggior ragione se fate un viaggio itinerante in Vietnam. Noi abbiamo acquistato una sim dati della compagnia telefonica Viettel presso un negozio di telefonia ad Hanoi, e ci siamo trovati benissimo in termini di copertura e costi. Tranne nella Baia di Halong, non abbiamo mai avuto problemi di copertura rete, neanche nelle zone rurali di Mai Chau.

Vietnam con bambini, cosa mangiare

La cucina vietnamita è ottima e nonostante sia caratterizzata dai tipici gusti orientali, è sicuramente più raffinata e leggera. Il cibo locale è molto buono ed economico, mangiando in locali di più alto livello con cucina locale, in quattro abbiamo speso non più di 25€. Viaggiando con bambini piccoli, abbiamo volutamente evitato le bancarelle in mezzo alla strada, e abbiamo preferito locali in cui si potesse trovare anche scelta di cibo occidentale, per accontentare i loro gusti. La cucina vietnamita è principalmente a base di riso e noodles, pollo e maiale, verdure. Ad Hoi An vi consiglio di non perdere le white roses, piccoli ravioli di pasta di riso ripieni di gamberetti o maiale, dal gusto molto delicato. Assaggiate anche il cao lâu, anche questo tipico di Hoi An, a base di noodles in brodo e carne di maiale.

Per i bambini più piccoli, nelle città non è difficile trovare pasta o pizza di qualità che si avvicino ai loro gusti (se desiderano variare dalla cucina asiatica). Nelle zone più rurali, invece, è difficile trovare cibo “occidentale” quindi, in base ai gusti dei vostri bambini, vi consiglio di mettere qualche scorta in valigia (sughi pronti, pesto) anche solo per condire il riso, che non manca mai in nessun pasto.

Vietnam con bambini

Quanto costa un viaggio in Vietnam con bambini?

Dare una risposta univoca a questa domanda è difficile. Dipende da diversi fattori, sicuramente una voce di costo che incide parecchio è il volo intercontinentale. Più si riesce ad abbattere quello, è meno costoso sarà il viaggio in Vietnam con bambini. Di per sé, il paese è economico e si spende per tutte le tasche. Come alloggi, noi abbiamo scelto una fascia media spendendo circa 60€ a notte in 4 senza colazione (nella Valle di Mai Chau si spende molto meno a notte). Per mangiare in locali tipici, la spesa per 4 non supera i 25€ (ordinando cibo locale ma anche pasta o pizza). Ad eccezione dei voli interni, che bisogna prenotare in anticipo, gli spostamenti interni via terra vi consiglio di prenotarli localmente, si risparmia decisamente. Gli ingressi ai templi hanno costi molto bassi (2€ circa) e i bambini non pagano.

Il Vietnam è molto a misura di famiglie con bambini, i suoi luoghi e il suo popolo riempiono gli occhi e il cuore di immagini meravigliose e poter vivere tutto questo con i nostri figli è qualcosa di meraviglioso!

Vi abbiamo fatto venire voglia di fare un viaggio in Vietnam con bambini? Fatecelo sapere nei commenti.

Per seguire i nostri viaggi on the road con bambini, in Europa e nel mondo, vi aspettiamo sul nostro profilo Instagram per viaggiare insieme.

Per conoscere tutte le tappe del nostro viaggio in Vietnam fai da te:

Hoi An, cosa vedere nella città delle lanterne in Vietnam

Vietnam con i bambini, visitare la valle di Mai Chau

Hanoi, cosa vedere in due giorni

Infine, per rimanere aggiornati su promozioni e offerte di viaggio, non perdete la mia newsletter di Consulente Viaggi!

 

Altri articoli che potrebbero interessarti

2 comments

Libera 2 Agosto 2023 - 16:41

Leggere della tua esperienza è stato davvero utile perché effettivamente spesso molti sono timorosi sull’intraprendere viaggi con figli verso il Sud-est asiatico. Il Vietnam ancora mi manca, ma spero di visitarlo a breve

Rispondi
Federica 2 Agosto 2023 - 23:30

Grazie! In realtà, al di là dei pregiudizi, il sud-est asiatico è una meta bellissima e fattibilissima con piccoli al seguito. Ti auguro presto di andare in Vietnam perché è un paese magico!

Rispondi

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

Verified by MonsterInsights