Home » Cosa vedere a Lecce in un giorno

Cosa vedere a Lecce in un giorno

di Federica

Lecce è il capoluogo del Salento, regione della nostra Puglia nota per il suo meraviglioso mare, ma anche scrigno di bellezza architettonica e storica. Una città a misura d’uomo che si gira facilmente in una giornata anche con bambini al seguito. In poche ore avrete modo di visitare una delle più belle città d’arte del sud Italia, nota per la sua arte barocca che ne è il segno distintivo. Se siete in viaggio nel Salento con bambini o vivete in Puglia e state pensando ad una gita fuori porta a Lecce, in questo articolo vi parlo di cosa vedere a Lecce in un giorno con bambini.

Cosa vedere a Lecce in un giorno

Partiamo col dire che la maggior parte dei monumenti che vale la pena visitare a Lecce in un giorno si trovano all’interno delle mura della città, e sono tutti raggiungibili a piedi passeggiando tra le vie del centro storico a massimo 15 minuti di distanza l’uno dall’altro.

Basilica di Santa Croce

Iniziamo l’itinerario di cosa vedere a Lecce in un giorno da uno dei suoi simboli principali, ovvero la Basilica di Santa Croce. Riconoscibile per la sua meravigliosa facciata, la Basilica di Santa Croce rappresenta la massima espressione del barocco leccese. La sua costruzione, insieme a quella dell’attiguo ex Convento dedicato all’ordine dei Padri Celestini, risale al ‘500. La sua facciata è qualcosa di maestoso e pregiato, ricco di sculture ed intagli che culminano nel prezioso rosone centrale. Santa Croce simboleggia il trionfo del Cristianesimo sui riti pagani e i due ordini della Basilica simboleggiano l’inferno e il paradiso.

Salento con i bambini

Cosa vedere a Lecce in un giorno

Gli interni della Basilica sono altrettanto maestosi, con una pianta a croce latina ed un meraviglioso soffitto a cassettoni in legno dorato con una rappresentazione della Santissima Trinità. Oltre all’altare centrale, le tele votive presenti sulle pareti laterali sono incastonate in piccoli altari intagliati in pietra leccese.

La Basilica, come altri quattro monumenti del centro storico, sono visitabili a pagamento. Il ticket singolo per la Basilica di Santa Croce costa 6€, ma è possibile acquistare un ticket cumulativo che comprende cinque monumenti: Basilica di Santa Croce, Duomo e Museo Diocesano, Chiesa di Santa Chiara, Chiesa di San Matteo. Il ticket cumulativo ha un costo di 9€ per adulto, e 19€ in formato famiglia (dà accesso a due adulti più bambini), compreso audioguida scaricabile sul cellulare. Inoltre, può essere utilizzato entro due settimane dall’acquisto e non è nominativo.

Cosa vedere a Lecce in un giorno

Vi segnalo che affianco alla Basilica di Santa Croce si trova il Museo Ebraico (l’ingresso costa 9€ con visita guidata, non cumulabile con altri monumenti; i bambini sotto i 6 anni entrano gratis). Il Museo è aperto dalle 10 alle 18 (dal lunedì al sabato) e dalle 10.30 alle 13.30 (domenica e festivi).

Duomo di Lecce

Il Duomo di Lecce non è altro che la sua Cattedrale, la chiesa più importante della città dedicata a Maria Santissima Assunta. Il Duomo si trova nell’omonima piazza e nel cuore del centro storico, quindi imperdibile tra le cose da vedere a Lecce in un giorno. Nonostante la facciata bellissima del Duomo che si incontra appena si arriva in piazza, l’ingresso principale è quello laterale dove si scorge un meraviglioso frontale decorato. Ad ogni modo, l’ingresso al Duomo è possibile anche attraverso il portone che si trova di fronte alla piazza. La costruzione del Duomo risale al ‘600. Degna di nota è la sua meravigliosa cripta sotterranea dedicata a “Santa Maria della Scala”, che vi consiglio di vistare. La Cripta si estende per quasi tutta la superficie della chiesa e veniva usata sia come luogo di culto che di sepoltura. Questa cosa è ancora ben visibile in alcuni angoli della cripta dove si possono osservare resti di corpi umani.

Lecce con i bambini

Se il Duomo colpisce per la sua cupa imponenza all’interno, la cripta sotterranea sorprende per il suo bianco candido.

Piazza Duomo

Davanti al Duomo si estende l’omonima piazza che ha una caratteristica: quella di essere racchiusa all’interno di un quadrato, per cui vi è solo una via di accesso e di uscita alla piazza. Oltre al Duomo, in questa piazza trovate anche l’Episcopio (ovvero la sede dell’Arcivescovo di Lecce) e il Museo Diocesano (visitabile insieme al ticket cumulativo con cui si visita anche il Duomo). La piazza è perfetta per far muovere i bambini in libertà e per osservare insieme con il naso all’insù il Campanile del Duomo. All’interno del campanile è stato recentemente allestito un ascensore panoramico dal quale è possibile osservare Lecce dall’alto (l’ingresso costa 12€, secondo me un po’ eccessivo).

Se visitate Lecce con i bambini durante il periodo di Natale, vi segnalo che in piazza Duomo viene allestito un bellissimo presepe in stile salentino, con veri muretti a secco, costruzioni in pietra e fichi d’india.

Cosa vedere a Lecce in un giorno

Chiesa di Santa Chiara e Chiesa di San Matteo

Tra le cose da vedere a Lecce in un giorno, merita di essere citata anche la Chiesa di Santa Chiara. A due passi da Piazza Sant’Oronzo si trova questa piccola chiesa (visitabile con il ticket cumulativo) che, sebbene sia più piccolina, è allo stesso tempo imponente grazie alla sua preziosa facciata che si affaccia in piazza Vittorio Emanuele (centro della movida giovanile leccese). La caratteristica della chiesa è la sua forma ottagonale e allungata, le cappelle e gli altari sono decorati in oro. Le cappelle laterali presentano sculture in legno di scuola napoletana.

Proseguendo a piedi da Santa Chiara, in dieci minuti si arriva alla Chiesa di San Matteo, anche questa visitabile con il ticket cumulativo. Questa chiesa viene definita il Pantheon del Barocco leccese e merita di essere vista per la sua particolare facciata curvilinea. Piccola e raccolta, questa chiesa presenta un’unica navata di forma ellittica.

Piazza Sant’Oronzo e Anfiteatro romano

La Piazza Sant’Oronzo è il centro di Lecce, dove si concentrano locali, bar e negozi. Qui trovate la colonna di Sant’Oronzo (patrono della città) e l’anfiteatro romano, risalente all’epoca augustea. La struttura è stata sepolta da macerie derivanti da terremoti e devastazioni durante i secoli, e riportata in parte alla luce grazie a lavori di scavo. L’anfiteatro è imponente per trovarsi al centro di una piazza, e va detto che solo un terzo della struttura è stata riportata alla luce.

Lecce con i bambini

Castello di Carlo V

Tra le cose da vedere a Lecce in un giorno, camminando per le strade del centro vi consiglio di fare un passaggio davanti al Castello di Lecce, conosciuto anche come Castello di Carlo V. Si tratta del più grande castello di tutta la Puglia risalente all’epoca normanna (XII secolo). Il nome attuale è legato all’imperatore Carlo V d’Asburgo, che nel ‘500 ordinò lavori di ristrutturazione per potenziare la sua funzione difensiva. Il Castello è visitabile all’interno (a pagamento), dove è possibile prendere parte a visite guidate tra i sotterranei e le prigioni. Inoltre, ospita anche il Museo della Cartapesta e diverse esposizioni temporanee.

Lecce con i bambini

Visitare tutti questi monumenti con bambini piccoli può essere non di grande interesse per loro. Per alternare le visite, a Lecce con i bambini vi segnalo la villa comunale, alle spalle della Basilica di Santa Croce. La villa è abbastanza grande per passeggiare e farli muovere in libertà, c’è un’ampia area giochi a misura anche dei più piccolini, e delle bellissime fontane.

Vi segnalo, inoltre, che camminando per le vie del centro troverete diverse librerie adatte anche ai bambini e botteghe di artigianato locale dedicate alla lavorazione della cartapesta, una delle arti più tradizionali del Salento e della Puglia. Conoscere questa arte può essere sicuramente molto interessante per bambini più grandi.

Lecce, come muoversi

Lecce è una città a misura d’uomo ed offre il vantaggio di poter essere girata a piedi nei suoi principali luoghi d’interesse. La città è circondata da tre porte esterne, che segnano gli accessi al centro storico. Se arrivate a Lecce in macchina, vi consiglio di parcheggiare all’esterno delle mura cittadine. Segnatevi via Sozy Carafa, dove potete parcheggiare gratis e camminando da qui in dieci minuti si arriva al centro attraverso porta Rudiae. Così potrete girare Lecce senza auto e godere di questa bellissima città a piedi.

Dove mangiare a Lecce con bambini

La nostra gita a Lecce con i bambini è stata vissuta all’insegna del passare la giornata in giro, quindi ci siamo fermati per un pranzo veloce. Per mangiare qualcosa di veloce vi consiglio:

Il Fornaio (in piazza Sant’Oronzo, di fronte all’Anfiteatro romano): qui potete assaggiare diversi tipi di focacce, la tipica puccia salentina e il pizzo leccese (una mini-focaccina ripiena di diversi ingredienti). Ci sono solo un paio di posti a sedere all’esterno, ma di fronte ci sono delle panchine in centro in piazza;

Piadina salentina: a due passi più in là rispetto al primo. Locale semplice dove gustare una delle piadine più buone di Lecce;

Gelateria Tentazioni: in piazza Sant’Oronzo, storica gelateria presente da oltre 40 anni, per un ottimo gelato o una pausa caffè con un tipico pasticciotto leccese(dolce di pastafrolla che racchiude un cuore di crema pasticcera).

Se siete alla scoperta del Salento con i bambini e siete appassionati d’arte, Lecce è una città che non potete assolutamente perdere!

Ci seguite già su Instagram? Lì trovate tante idee per gite e viaggi con bambini nel mondo.

Per scoprire altre idee di gite in Puglia con i bambini, ecco qui alcuni articoli dalla nostra regione:

Puglia con bambini: lo Zoo Safari di Fasano

Grecìa Salentina: itinerario per famiglie con bambini 

Foresta Mercadante, idea di gita fuori porta in Puglia

Foresta Umbra, natura a misura di famiglia in Puglia

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

Verified by MonsterInsights