Home » Isole Keys, meta perfetta in Florida con bambini

Isole Keys, meta perfetta in Florida con bambini

di Federica

La seconda parte del nostro viaggio in Florida con neonato continua verso le mitiche Florida Keys, un’insieme di isole tropicali situate all’estremità meridionale della penisola, tra mare, natura, case coloniali e tramonti indimenticabili. In questo articolo vi parlo di cosa vedere alle isole Keys, meta ideale per un viaggio in Florida con bambini portandovi con noi nelle tre isole principali visitate. Le nostre tappe sono state Islamorada, Key West e Marathon, dove in totale abbiamo trascorso sei notti.

Isole Keys, come arrivare 

Già solo la strada che conduce alle isole Keys vale di per sé il viaggio. Noi siamo arrivati alle Keys provenendo da Naples e percorrendo la U41 che, dopo aver superato la zona delle Everglades, nella località di Homestead interseca la Overseas Highway, parte della U.S. Route1. Come ogni viaggio negli Stati Uniti, percorrere questa autostrada scenica è parte del viaggio stesso. La Route 1 collega Key West fino al Maine quasi fino al confine col Canada per circa 4.000 km. Costruita alla fine degli anni ’30 e lunga circa 200 km, la Overseas Highway collega tutte le isole Keys ed è molto scenografica perché si guida con l’oceano Atlantico da un lato e il Golfo del Messico dall’altro. Gran parte di questa strada fu costruita sulla vecchia ferrovia che collegava le isole alla terraferma della Florida.

Florida con bambini

Florida con bambini, cosa vedere alle Isole Keys

Islamorada, cosa vedere

Si dice che Islamorada sia la capitale mondiale della pesca, ma qui arrivano anche molti sub per ammirare la barriera corallina. A Islamorada noi abbiamo dedicata due giornate, con ritmi molto lenti, ma una giornata può essere sufficiente. Ecco qui cosa vedere a Islamorada, il primo incontro che si fa con le Keys. Appena arrivati, troverete il Rain Barrel Village, la cui insegna di benvenuto è un’aragosta gigante all’esterno che non passa di certo inosservata. Si tratta di un villaggio immerso in un giardino tropicale con negozi di artigianato bizzarri e colorati, a testimoniare l’atmosfera hippy e stravagante di queste isole. Durante un viaggio alle isole Keys con bambini, a Islamorada non perdete il ristorante Robbie’s, diventata un’istituzione per dare da mangiare ai tarponi. Un’altra cosa che vi consiglio di fare a Islamorada è visitare il Founders Park. L’ingresso per i non residenti è a pagamento. Il parco è molto esteso e termina con una piccola spiaggia di sabbia bianca. Ovviamente non manca un parco gioco per i bambini.

Infine, durante il vostro viaggio a Islamorada non perdete un assaggio di birra locale presso il Florida Key Brewing Co, una birreria artigianale molto colorata e hippy, dall’atmosfera molto piacevole.

Se cercate spiagge a Islamorada, uno dei luoghi più consigliati è Anne’s Beach. Non è la spiaggia ideale per stendersi con l’asciugamano e poltrire al sole, infatti è una stretta striscia di sabbia, ma l’acqua è bassissima. Vale la pena farci un giro.

Cosa vedere a Key West

Durante un viaggio in Florida con bambini, Key West è una meta imprescindibile. Stravagante e colorata, Key West racchiude in sé tutto lo spirito hippy ed eccentrico delle Keys, con il suo clima tropicale e il ritmo lento. Se vi state chiedendo cosa vedere a Key West, intanto vi consiglio di godere della sua atmosfera pacata con una passeggiata tra le sue case coloniali, ascoltare musica locale e lasciarvi andare ad un ritmo di vita senza pensieri.

Isole Keys con bambini

Isole Keys cosa vedere

Southernmost Point

Iniziate la vostra giornata a Key West dal suo simbolo indiscusso,  Southernmost Point. Imperdibile la foto di rito nel punto più a sud degli Stati Uniti continentali, che dista soli 90 miglia da Cuba. Sarà sempre pieno di gente, quindi vi consiglio di scegliere orari meno comodi per venire. Sopra di esso è impresso il simbolo di Key West, la conchiglia, infatti Key West è anche chiamata Conch Republic (i suoi abitanti venivano spesso chiamati Conchs, il termine sta ad indicare “conchiglia”).

Isole Keys con bambini

Mile Marker Zero 

Se siete amanti dei viaggi on the road negli Stati Uniti, durante il vostro viaggio in Florida con bambini non potete perdere questo simbolo. Il Mile Marker Zero segna la fine della Route 1 ed è un punto di richiamo per un’iconica foto di rito (come si fa anche con la fine delle Route 66 a Santa Monica). Qui vicino trovate un negozio di souvenir dove poter fare qualche acquisto.

Florida con bambini

Casa di Hemingway

Visitare la Casa di Hemingway è tra le migliori cose da fare a Key West e per me tra le immagini più belle del nostro viaggio. Immaginatevi una tipica casa coloniale, completamente costruita in legno, dai colori pastello ed immersa in un giardino tropicale accogliente. Non vorrete più andare via da qui! Nonostante la furia degli uragani che periodicamente passano di qua, la casa è ben conservata, e all’interno si nota la cura e l’eleganza minuziosa degli arredi. Si tratta di una casa museo in cui apprendere molte cose riguardo alla vita dello scrittore e alle sue passioni. Prime fra tutte, i gatti, di cui la casa conserva un cimitero a loro dedicato, con tanto di targhette commemorative di quelli che vivevano con lo scrittore. Oggi la casa è abitata da circa 50 gatti diretti eredi del primo gatto polidattile introdotto a Key West, tanto amato da Hemingway.

Isole Keys cosa vedere

L’ingresso costa 14$ per adulto e all’epoca del nostro viaggio il pagamento era accettato solo in contanti (cosa abbastanza insolita in America). Si può visitare liberamente oppure con visita guidata di circa mezz’ora (in inglese). Dalla casa si può ammirare il Key West Lighthouse, il faro dell’isola di Key West, dove però noi non siamo saliti perché la giornata era nuvolosa e non avremmo visto niente (è a pagamento).

Isole Keys come arrivare

Vicino la Casa di Hemingway abbiamo lasciato l’auto per 20$ l’intera giornata, ma… abbiamo parcheggiato in senso contrario di marcia, e abbiamo beccato una multa da 50$, quindi parcheggiare qui ci è costata la modica cifra di 70$!

Duval Street

Venire a Key West vuol dire percorrere Duval Street, la sua strada principale ricca di gallerie d’arte, locali e ristoranti, tutti molto colorati e dall’anima eccentrica. Passeggiare qui è senza dubbio una delle cose da fare a Key West.

Mallory Square

Tra le imperdibili cose da fare a Key West c’è quella di ammirare il tramonto da Mallory Square. Credetemi, non vi dimenticherete facilmente dei colori infuocati del tramonto qui. Ogni giorno centinaia di persona si ritrovano in questa piazza per contemplare la magia del sole tuffarsi nell’oceano. Non a caso si chiama Sunset Celebration, ed è una vera e propria festa con tanto di artisti di strada e musica.

Isole Keys con bambini

Consiglio per viaggiare a Key West con bambini: la città non è affatto economica, dall’alloggio al mangiare i prezzi non sono per niente abbordabili. Per mangiare vi consiglio la catena Outback Steackhouse che in genere negli Usa offre un buon rapporto qualità prezzo. A Key West non dimenticate di assaggiare la Key Lime Pie, la torta ufficiale della Florida dal sapore fresco e gustoso.

Ultima curiosità su Key West: qui è abbastanza usuale camminare per le vie e farsi attraversare la strada da iguana e galli!

Cosa vedere a Marathon

Durante il vostro viaggio in Florida con bambini vi consiglio una sosta nella città di Marathon. Meno alternativa di Key West e meno hippy di Islamorada, Marathon è tra le isole Keys quella più a misura di famiglie con bambini.

Ecco le cose da vedere a Marathon in un giorno. Come prima tappa vi consiglio il Turtle Hospital (l’ospedale delle tartarughe), dove vengono curate tartarughe vittime di incidenti o urti in mare, o affette da tumori a causa dell’inquinamento. A metà strada tra Marathon e Key West si trova Big Pine Key, dove si può osservare una specie di cervi autoctoni in via di estinzione vivere in libertà.

A circa 20 minuti di auto da Marathon, spostandosi in direzione Key West, si trova Bahia Honda State Park, che consiglio assolutamente di non perdere. L’ingresso al parco è a pagamento, il posto è bellissimo, immerso nella natura e nel silenzio, si gode di un panorama meraviglioso sull’Old Bahia Honda Bridge. Si tratta del vecchio ponte ferroviario, che è stato dismesso quando è stata costruita la Overseas Highway. Il punto è estremamente scenografico, e il ponte si può percorrere anche a piedi fino al tratto dell’interruzione. Nel parco troverete, inoltre, aree pic-nic, quindi la zona è ideale per famiglie con bambini. Se volete fare il bagno in zona, vi sono tre spaggie, Sandspur Beach, Calusa Beach e Loggerhead Beach.

Isole Keys con bambini

Isole Keys, quando andare

Il nostro viaggio si è svolto nel mese di gennaio, ideale per un viaggio in Florida con bambini piccoli. Abbiamo trovato temperature miti e molto piacevoli (freddine però per fare il bagno nell’oceano). In generale, il periodo migliore per visitare la Florida va da novembre ad aprile, durante la stagione secca in cui non ci sono uragani. Se state pensando al Sunshine State come prossima meta di viaggio, l’inverno è sicuramente il periodo ideale, anche perché non troverete troppo caldo se viaggiate con neonati.

Le isole Keys sono perfette per un viaggio in Florida con bambini e neonati. Per scoprire il nostro itinerario completo, ecco l’articolo: Florida con bambini, itinerario di due settimane con neonato

Per scoprire Miami questo è l’articolo per voi: Miami con neonato, cosa vedere in tre giorni

Come in ogni viaggio in famiglia, mi raccomando a non partire mai senza un’assicurazione di viaggio.

Per i lettori di Viaggiatorisicresce è riservato un codice sconto del 10% su qualunque polizza viaggio con Columbus AssicurazioniA questo link potete acquistare la vostra assicurazione di viaggio Columbus con il 10% di sconto (oppure inserendo il codice sconto BTG032 in fase di acquisto).

 

Se vi va, seguiteci anche sulle pagine Instagram e Facebook dove condividiamo i nostri viaggi on the road con bambini nel mondo.

Infine, per rimanere aggiornati su promozioni e offerte di viaggio, vi invito a non perdere la mia newsletter di Consulente Viaggi!

 

Il nostro blog è anche un diario di viaggio nel percorso di bilinguismo infantile che abbiamo scelto di intraprendere con i nostri bimbi in età prescolare e da genitori non madrelingua. Se vi interessa la tematica e volete scoprire di più, trovate la nostra esperienza in questa sezione: Bilinguismo infantile.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

Verified by MonsterInsights