Home » Londra con bambini: informazioni utili al viaggio

Londra con bambini: informazioni utili al viaggio

di Federica

Londra è una città perfetta per un viaggio con i bambini. Parchi, tante attrazioni, musei, autobus a due piani, un’atmosfera vivace e cosmopolita rendono questa città una meta ideale per viaggiare in famiglia, ed è una di quelle città che non stancano mai. Nell’articolo di oggi vi lascio informazioni utili e consigli su dove dormire a Londra con bambini. Soprattutto se si ha poco tempo, il consiglio è quello di pianificare in base ai quartieri, ma anche di ritagliarsi del tempo che “sfori” dal programma, perché Londra è meravigliosa da vivere anche semplicemente passeggiando senza una meta precisa tra le sue strade.

Viaggio a Londra con bambini, che documenti servono?

Se state pensando di fare un viaggio a Londra con bambini, non dimenticate che ormai per entrare nel Regno Unito è richiesto un passaporto in corso di validità, anche per i minori. Se non lo avete, o dovete di rinnovarlo, fate bene i conti con i tempi necessari per la burocrazia prima di organizzare il vostro viaggio. Relativamente alla situazione pandemica, dal 18 marzo 2022 il Regno Unito ha eliminato ogni restrizione all’ingresso nel paese, sia per viaggiatori vaccinati che non vaccinati. Non viene richiesto più alcun tampone, né obbligo di compilare il PLF in ingresso. Per verificare le disposizioni attuali al momento del vostro viaggio, vi consiglio di consultare la normativa aggiornata a questo link ufficiale prima di partire.

Cosa fare a Londra con bambini

Dove dormire a Londra con bambini 

Londra non è certo la città più economica del mondo, ma con alcune accortezze si può risparmiare o quantomeno limitare la spesa durante un viaggio con bambini. Una delle voci di costo che influisce maggiormente è sicuramente il pernotto. Se vi state chiedendo dove dormire a Londra con bambini, in particolare con bambini piccoli, io vi consiglio di scegliere la soluzione in appartamento, così da avere maggiore flessibilità e la possibilità di preparare i pasti in autonomia. A Londra abbiamo scelto di soggiornare presso Grand Plaza Serviced Apartmentsassolutamente consigliati per l’ottimo rapporto qualità / prezzo e per posizione logistica. Situati tra i quartieri di Notting Hill a Paddington, sono appartamenti spaziosi, puliti e dotati di angolo cottura. A soli 5 minuti a piedi vi è la stazione metro di Bayswater (sulla Circle Line), che vi permette di raggiungere Victoria Station con collegamento diretto. Per 3 notti a fine marzo il costo del pernotto è stato di 560€ (prenotato meno di 24 h prima, perché la struttura prenotata in anticipo su AirBnB ci ha tirato il pacco la sera prima della partenza).

Londra con bambini, come muoversi in città

Londra è una città enorme e le distanze si sentono soprattutto se siete con bambini piccoli che non sono grandi camminatori. Se state partendo per un viaggio a Londra con bambini, ebbene sapere che nonostante le dimensioni, muoversi in città è molto semplice. Londra è perfettamente servita dai mezzi, e la metro, la mitica London Tube, è capillare e distribuita ovunque. La London Tube, si può dire, è parte integrante dell’esperienza di viaggio a Londra con bambini. Oltre alla metro, non dimenticate che anche i mitici autobus rossi a due piani fanno parte della rete di traporti urbani e quindi potrete spostarvi da una zona all’altra anche utilizzando uno dei simboli più iconici della capitale britannica. Vivere Londra con bambini è molto accessibile dal punto di vista dei mezzi pubblici, che sono relativamente economici per una città come questa. Una corsa (in metro o autobus) costa 1 sterlina e si paga comodamente con contactless all’ingresso dei tornelli. Molti parlano della Oyster Card come metodo di pagamento per i mezzi pubblici di Londra, ma se avete una carta di credito non è necessaria. Basta attivare il pagamento contactless con app da smartphone collegato alla vostra carta di credito e pagherete tutto, ma proprio tutto, così. Cambiare sterline non è necessario.

Londra con bambini

Sebbene la metro sia ben funzionante, va anche detto che ci vuole un po’ di tempo per capire le tante  linee che si intersecano in ogni stazione. Se Londra è sicuramente una città che offre molte attività a misura di bambini, dal punto di vista della metro vi sorprenderà scoprire che la London Tube non è proprio a portata di bambini e passeggini. In molte delle stazioni che abbiamo girato, gli ascensori erano praticamente assenti. Victoria è una delle poche stazioni che presentano ascensori (ma anche trovare l’ascensore giusto che ti porta al binario della linea che ti serve, è un’impresa!). Se state organizzando un viaggio a Londra con bambini, armatevi di tanta pazienza per fare tante scale nelle varie stazioni metro.  Vi consiglio, se possibile, di ridurre il numero di passeggini se viaggiate con più di un bimbo (noi eravamo con un passeggino leggero e un marsupio).

Sebbene la metro di Londra sia economica, fate attenzione a non uscire e rientrare (per errore) nella stessa stazione, perché rischiate di incorrere in una travel penalty che ammonta a 30 euro, e se lo fate in due, sono 60 € che preferirete sicuramente risparmiare per qualcos’altro!

Londra è immensa, spostarsi in metro è d’obbligo, se i vostri bimbi non sono grandi camminatori, soprattutto se piccoli, considerate che le distanze sono importanti (noi siamo ricorsi quasi sempre alla metro e abbiamo camminato poco a piedi). Sebbene si tratti di una metropoli, abbiamo sempre avuto la sensazione di trovarci in ambienti tranquilli e sicuri per i bimbi.

Viaggio a Londra con bambini

Londra con bambini, come arrivare in città

Una volta arrivati in uno dei diversi aeroporti di Londra, per raggiungere la città ci sono diverse opzioni. Noi abbiamo volato con due compagnie diverse, WizzAir all’andata, arrivando su Gatwick, e Ryanair al ritorno, partendo da Stansted. Se viaggiate a Londra con bambini arrivando a Gatwick, potrete raggiungere Victoria Station con collegamenti diretti che partono ogni mezz’ora circa con il treno Gatwick Express. Potrete prenotarlo in anticipo online qui, oppure acquistarlo sul posto direttamente alla stazione dei treni. Abbiamo notato che acquistandolo direttamente in aeroporto si risparmia qualcosa sul totale, e pagando 1 sterlina in più sul costo complessivo si ha diritto a viaggiare con i mezzi pubblici in giornata (indipendentemente dal numero di corse). Il costo per due adulti è stato 43€ (i bambini da 0 a 5 anni viaggiano gratis).

Per il volo di ritorno da Stansted, sfortunatamente, non avevamo prenotato il transfer, sottovalutando un po’ l’aeroporto stesso. Se durante un viaggio a Londra con bambini viaggiate su Stansted, potete viaggiare con la compagnia Stansted Express. Si tratta di un collegamento ferroviario, prenotando online in anticipo il biglietto vi dà diritto a riduzioni su alcune attrazioni in città (come, ad esempio, il Tower Bridge). Noi abbiamo commesso l’errore di non prenotare in anticipo il transfer per Stansted e siamo ricorsi ad una soluzione tappabuchi (che di solito, si sa, non sono le più economiche). Il giorno del rientro a casa credevamo di cavarcela con un transfer diretto via autobus con il National Express per l’aeroporto di Stansted. Da Notting Hill abbiamo preso il bus nr. 328 in direzione Golders Green, da dove poi si può prendere l’autobus del National Express. Purtroppo quel giorno era festivo in Inghilterra, c’erano diversi ritardi su treni e autobus e la circolazione era abbastanza caotica. Quindi abbiamo trovato all’ultimo un Uber che al costo di circa 90€ ci ha portato a Stansted.

In generale, consiglio di prenotare i transfer per il volo di ritorno prima di partire per non incorrere in spese extra come nel nostro caso! Considerate, inoltre, che Stansted dista circa 2 ore dal centro di Londra quindi calcolate bene i tempi. Vi consiglio, in ultimo, di non sottovalutare questo aeroporto in termini di grandezza. Non è solo l’aeroporto delle compagnie low cost, ha molti gates, e se viaggiate con compagnie low-cost (ad esempio, Ryanair), probabilmente il vostro gate di partenza si troverà abbastanza lontano, quindi arrivate con largo anticipo, noi abbiamo dovuto correre! Londra dove dormire con bambini

Come risparmiare a Londra con bambini

La capitale britannica non è proprio una città economica, ma con alcune accortezze durante il vostro viaggio a Londra con bambini si può sicuramente risparmiare. Il primo fattore che incide sulla spesa è il pernotto. Scegliendo di pernottare in appartamento, riuscirete a ridurre la spesa (del nostro alloggio vi ho parlato sopra).Così facendo riuscirete ad ammortizzare la spesa dei pasti, infatti noi eravamo sempre muniti di pranzi al sacco per i bimbi e abbiamo mangiato sempre in giro o con qualche take-away. A Londra ci sono poi molte attività gratuite a misura di bambini, che vi consentiranno di ammortizzare di non poco la spesa. Noi in 3 giorni abbiamo fatto un itinerario dove la maggior parte delle attività erano gratis. Se vi state chiedendo cosa fare a Londra con bambini in questo articolo trovate il nostro itinerario di 3 giorni a Londra con bambini, con indicazione delle attività gratuite da poter fare. Un altro consiglio per risparmiare è quello di verificare se sul costo dei transfer da / per aeroporto siano previste delle riduzioni su attrazioni in città.

Miraccomando a non partire mai senza assicurazione di viaggio, anche se non andate troppo lontano:

Per i lettori di Viaggiatorisicresce è riservato un codice sconto del 10% su qualunque polizza viaggio con Columbus AssicurazioniA questo link potete acquistare la vostra assicurazione di viaggio Columbus con il 10% di sconto (oppure inserendo il codice sconto BTG032 in fase di acquisto).

 

Viaggio a Londra con i bambini, quanto costano 3 giorni

State partendo per Londra con i bambini e vi spaventa l’idea di quanto spenderete? Per darvi un’idea e (spero) incoraggiarvi a partire, ho pensato di riepilogare le spese da noi sostenute per questo viaggio. I numeri che vedete sono riferiti ai costi “fissi” per una famiglia di 4 persone (con un bambino di 3 anni e una bimba di 1 anno):

  • volo a/r: 190€
  • 3 notti in appartamento: 560€
  • Gatwick Express: 43€
  • visita al Tower Bridge: 26€
  • mezzi pubblici: 1,19€ / corsa (solo adulti)

Vista così, i costi potrebbero sembrare alti, ma vi assicuro che il costo dell’alloggio non era niente male vista posizione e qualità.

Londra è una città fantastica da esplorare in famiglia. Se state pensando di fare un viaggio a Londra con i bambini, non vi resta che preparare la valigia e partire. Se avete poco tempo a disposizione e volete scoprire cosa fare a Londra con bambini in 3 giorni, non perdetevi il prossimo articolo: Londra con bambini, cosa fare in 3 giorni (gratis). 

Se avete trovato utile questo post, condividetelo pure sui social così da farlo arrivare a più famiglie che viaggiano con i bambini!

Non dimenticate di seguirci anche su Instagram dove condividiamo itinerari e consigli di viaggio con i bambini!

Infine, sono qui per supportarvi anche in veste di Consulente Viaggi per organizzare al meglio insieme a voi il vostro viaggio a misura di bambini. Per rimanere aggiornati su offerte di viaggio, non perdete la mia newsletter di Consulente Viaggi, oppure scrivetemi su info@viaggiatorisicresce.it

 

Se amate viaggiare con i vostri bimbi, vi possono interessare anche:

Kos con bambini: i villaggi più belli dell’entroterra

Kos con bambini: le migliori spiagge

Dubai con bambini piccoli: un’esperienza indimenticabile negli Emirati

Dubai con bambini: cose utile da sapere prima di partire

Paros con bambini: isola perfetta per tutta la famiglia

Paros con bambini: le spiagge più belle dell’isola

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

Verified by MonsterInsights