Home » Sri Lanka con bambini, cosa vedere in due settimane

Sri Lanka con bambini, cosa vedere in due settimane

di Federica

Il nostro viaggio in Sri Lanka con bambini è stato di quelli che non ti aspetti ti rimangano così nel cuore e invece riempiono la tua anima di viaggiatore con un altro pezzetto di vissuto in questo incredibile mondo. Lo Sri Lanka è un paese che accoglie con i suoi sorrisi e il suo tempo lento, un viaggio meraviglioso da fare in famiglia. Se state pensando ad un viaggio con bambini in Asia e non sapete quale paese scegliere, soprattutto con bimbi piccoli, in questo articolo vi racconto cosa vedere in Sri Lanka con bambini e cosa secondo la nostra esperienza non deve assolutamente mancare dal vostro itinerario on the road nella lacrima dell’India.

Quando eravamo in Sri Lanka ho ricevuto tante domande da chi ci segue su Instagram: si può andare in Sri Lanka con bambini piccoli? Noi abbiamo percepito lo Sri Lanka come un paese sicuro e accogliente, dove ci siamo sentiti a casa ovunque. I singalesi sono un popolo estremamente ospitale e cordiale e fanno di tutto per far sentire i viaggiatori a proprio agio. Quindi sì, lo Sri Lanka lo consiglio per un viaggio con bambini piccoli, noi lo abbiamo esplorato con i nostri bimbi di (quasi) 3 e 6 anni. Pronti a scoprire questo paese incredibile?

Prima di partire non dimenticate di sottoscrivere sempre un’assicurazione di viaggio. Qui c’è il link alla nostra assicurazione di fiducia per i nostri viaggi con bambini con uno sconto del 10% per i nostri lettori.

Sri Lanka con bambini, cosa vedere in 15 giorni

Il nostro viaggio in Sri Lanka con bambini è stato un on the road della durata di 15 notti, a cui si sono aggiunti due giorni di viaggio. Abbiamo organizzato il viaggio fai da te, prevedendo le principali tappe e soggiorni prima di partire. Le attività le abbiamo poi un po’ modificate in loco su consiglio del nostro driver e in base alle nostre esigenze. Il mio consiglio per definire cosa vedere in Sri Lanka con bambini è fare un piano di massima prima di partire, ma di essere flessibili una volta arrivati a destinazione. Preparatevi a fare un viaggio avventuroso, lo Sri Lanka è un paese da esplorare tra foreste e natura rigogliosa, safari, templi e siti archeologici Patrimoni Unesco e ovviamente spiagge meravigliose, il tutto a contatto di un popolo che non vi farà mai mancare i suoi sorrisi. Un viaggio into the wild formato famiglia! Andiamo quindi a scoprire le principali tappe del nostro viaggio in Sri Lanka.

Visita al tempio di Anuradhapura in Sri Lanka con bambini

Anuradhapura

Arrivati a Colombo, la nostra prima tappa è stata la città di Anuradhapura, prima capitale dello Sri Lanka e uno dei luoghi da non perdere durante un viaggio in Sri Lanka con bambini. A questa prima tappa abbiamo dedicato due notti, considerato che siamo arrivati il primo giorno stanchissimi dopo il viaggio intercontinentale. Anuradhapura ospita l’omonimo sito archeologico di Anuradhapura, noto per le sue rovine ben conservate delle antiche civiltà locali. La prima capitale dello Sri Lanka fu fondata nel 4. secolo a.C., oggi è Patrimonio Unesco e uno dei luoghi di pellegrinaggio più visitati del paese. Il giorno in cui lo abbiamo visitato noi c’erano tantissimi fedeli e abbiamo vissuto un’atmosfera molto particolare! Uno dei luoghi che vi consiglio dove andare in Sri Lanka con bambini. 

Il sito comprende numerose grandi stupa, antiche vasche e rovine che testimoniano il ricco passato dello Sri Lanka.

Cosa vedere ad Anuradhapura in Sri Lanka

La città sacra di Anuradhapura è molto estesa, quindi abbiamo trovato una guida locale che ci ha aiutato a visitare i principali templi. Soluzione più che consigliata se siete con bambini piccoli che potrebbero stancarsi a camminare, considerato anche il caldo! Se state cercando una guida per visitare Anuradhapura, scrivetemi una mail a info@viaggiatorisicrese.it oppure su Instagram così vi lascio più che volentieri il contatto diretto di Raja.

L’ingresso al sito di Anuradhapura costa 25 dollari, ma ci sono alcuni templi visitabili gratuitamente. Da non perdere sicuramente sono: l’albero di Jaya Sri Maha Bodhi, l’imponente Ruwanwelisaya Stupa tutta bianca, la stupa di Lankarama e Mirisawetiya.

Per il nostro soggiorno ad Anuradhapura abbiamo scelto una guest house ed è stato il modo migliore per entrare subito in contatto con la cultura locale. Siamo stati a Ceylonima Home Stay, una guest house a gestione familiare, dove Mapa, sua moglie e i suoi figli ci hanno fatti sentire in famiglia, ci hanno riempito di sorrisi e ci hanno accolti nella loro casa con grande ospitalità e calore. Per un’esperienza autentica a contatto con una famiglia singalese, vi consiglio vivamente un soggiorno presso Ceylonima Home Stay poco fuori dalla città di Anuradhapura.

Dove dormire a Anuradhapura Sri Lanka durante un viaggio in Sri Lanka con bambini

Mihintale

Cosa vedere in Sri Lanka con bambini se non uno dei luoghi più importanti per la cultura di questo paese? A poca distanza da Anuradhapura si trova il villaggio e il complesso di templi di Mihintale, un luogo denso di spiritualità e luogo di pellegrinaggio per eccellenza del paese. Forse non lo avrete mai sentito nominare, ma vi assicuro che vale la pena andare a visitarlo. Mihintale ospita lo stupa più antico sullo Sri Lanka sulla montagna di Mahinda, che prende il nome dal monaco buddista Mahinda che qui incontrò il re Devanampiyatissa. Dal loro incontro proprio qui iniziò la diffusione del buddismo nel paese. Mihintale comprende un complesso di templi situati su sommità diverse, che si raggiungono rigorosamente a piedi scalzi. In Sri Lanka, infatti, a differenza di altri paesi asiatici, è richiesto di togliere le scarpe già all’ingresso del complesso di templi, motivo per cui vi troverete spesso a camminare parecchio scalzi prima di ancora di entrare nei singoli templi o stupa. Qui a Mihintale, salita la prima roccia, ci sono diversi templi su altre sommità che scalerete senza scarpe. Consiglio utile: portate con voi dei calzini da indossare appena togliete le scarpe, per proteggere i piedi, soprattutto per i bimbi, qualunque sia il tempio che visitate in Sri Lanka.

Visitare Mihintale con i bambini non è troppo impegnativo: nonostante i 1840 gradini scavati nella roccia, solo alcune salite sono più difficili perché ripide. Come ad esempio, quella che porta a Aradhana Gala, da dove si gode di un meraviglioso panorama sull’area circostante (io sono salita da sola perché bisogna mantenersi al corrimano e fare attenzione a non scivolare).

Il costo di ingresso al complesso di Mihintale è di 1000 rupie (circa 3 euro). Anche qui abbiamo preso una guida locale trovata sul posto (ce ne sono diverse che si offrono).

Mihintale Sri Lanka cosa vedere

Panorama dalla montagna di Mihintale, Sri Lanka

Sigiriya

Se vi state chiedendo dove andare in Sri Lanka con bambini, ovviamente Sigiriya è una tappa imprescindibile. Qui abbiamo trascorso tre notti, perché inizialmente avevamo previsto un’intera giornata alla roccia di Sigiriya. Successivamente, però, abbiamo cambiato programma (l’abbiamo considerata troppo impegnativa e costosa) quindi due notti a Sigiriya sarebbero state per noi sufficienti. Ad ogni modo, Sigiriya non è soltanto uno dei luoghi più iconici dello Sri Lanka, ma si trova anche in un’ottima posizione nella parte settentrionale del paese per esplorare diversi siti archeologi, aree naturalistiche e parchi nazionali dove poter prendere parte ad un safari. A seconda di quali attività sceglierete di fare, Sigiriya è perfetta per una tappa di due / tre giorni durante un viaggio in Sri Lanka con bambini. Queste sono tra le principali cose da fare durante un soggiorno a Sigiriya di un paio di giorni:

  • visitare Sigiriya Rock, una delle principali attrazioni e tra i siti archeologici più importanti del paese;
  • esplorare i templi di Polonnaruwa, inserito nella lista dei Patrimoni Unesco, anch’essa antica capitale dello Sri Lanka che ha conservato la sua importanza culturale e religiosa;
  • osservare Sigiriya Rock in cima a Pidurangala, per noi una delle esperienze più belle dell’intero viaggio;
  • prendere parte ad un safari in uno dei parchi nazionali in zona, come Kaudulla, Minneriya oppure il parco ecologico di Hurulu, che abbiamo fatto noi;
  • visitare il villaggio di Habarana per immergersi nella vita locale più autentica, e cucinare il pranzo in un’abitazione locale.

Pidurangala

Visitare Pidurangala è stata una delle cose più inaspettate, ma allo stesso tempo più gratificanti dove andare in Sri Lanka con bambini. Per noi è stato un fuori programma, deciso la sera prima insieme al nostro driver che ci ha consigliato di non perdere assolutamente uno dei panorami più incredibili dello Sri Lanka, proprio di fronte la roccia di Sigiriya! Siamo andati a Pidurangala facendo base a Sigiriya e l’abbiamo scelta come alternativa a Sigiriya Rock. Per raccontare per bene l’esperienza a Pidurangala ho deciso di dedicare un articolo a parte, proprio per darvi tutte le informazioni utili per visitare questo luogo con bambini piccoli, in quanto è sì un po’ impegnativo, ma se siete ben attrezzati e volenterosi il vostro impegno verrà pienamente ripagato e vivrete uno dei ricordi più belli dello Sri Lanka. In questo Instagram reel potete trovare un’anticipazione di quello che vedrete salendo sulla montagna di Pidurangala. Quindi non perdete il prossimo articolo con tutti i dettagli per visitare Pidurangala con bambini!

Viaggio in Sri Lanka con bambini

Dambulla

Nella definizione di cosa vedere in Sri Lanka con bambini, dal vostro itinerario non può mancare di certo Dambulla, anch’esso tra i siti più conosciuti del paese. Per noi è stata una tappa di mezza giornata durante i tre giorni di soggiorno a Sigiriya. Dambulla è uno dei luoghi più iconici del paese, le Dambulla Caves sono tra i siti più straordinari che si possano visitare in Sri Lanka con i suoi templi e le sue scenografiche grotte dove trovare grandi statue del Budda. L’ingresso costa 2.000 rupie (3 euro a persona), mi raccomando venite con l’abbigliamento adeguato (gambe e spalle coperte per uomini e donne), altrimenti dovrete acquistare anche un telo. Per visitare le Dambulla Caves considerate circa tre ore di tempo.

Dove andare in Sri Lanka con bambini

Visitare le Dambulla caves in Sri Lanka, templi nelle grotte

A questo link potete trovare un’escursione tra Sigiriya e Dambulla, data la vicinanza sono fattibili nella stessa giornata.

Un altro luogo che potete visitare velocemente a Dambulla è il Tempio d’Oro, sulla strada per raggiungere le Dambulla Caves.

Kandy

La terza tappa del nostro viaggio è stata Kandy, una città a cui abbiamo dedicato solo una notte, ma se tornassimo indietro prevedremmo almeno due pernotti. Questo perché, anche se Kandy è una grande città, ci ha intrigato per il suo fascino coloniale, per la sua vita vissuta che si respira in ogni angolo di strada, ed è dunque uno dei luoghi da inserire in itinerario se vi state chiedendo cosa vedere in Sri Lanka con bambini. Se avete solo una giornata per visitare Kandy, non potete perdere la visita al Tempio del Sacro Dente, dove è conservata la reliquia del dente di Budda. Per questo motivo, questo è uno dei templi più importanti al mondo per il buddismo. Il tempio è circondato dal lago artificiale di Kandy, è sempre molto frequentato e vale la pena dedicare almeno tre ore di tempo alla sua visita. Soprattutto perché ogni giorno, tre volte al giorno, si tiene una cerimonia di ringraziamento con offerte e preghiere. Noi vi abbiamo assistito ed è stata davvero un’esperienza molto suggestiva.

L’ingresso costa 400 rupie (1,30 euro) e anche qui vanno tolte le scarpe all’ingresso, facendo tutto il percorso all’interno del complesso scalzi.

Kandy Sri Lanka, tempio della reliquia del dente di Budda

Cerimonia e offerte al Budda al tempio della reliquia del dente, Kandy Sri Lanka

Se avete poco tempo e volete ottimizzare la vostra visita della città, vi consiglio un tour guidato della città di Kandy.

Se siete in viaggio in Sri Lanka con bambini, un’altra tappa da non perdere a Kandy è il suo Giardino Botanico, tra fiori, piante e palme altissime a noi è piaciuto moltissimo. Qui ci sono anche un sacco di scimmiette simpatiche che i vostri bambini non potranno fare a meno di osservare con curiosità. Il costo per l’ingresso è di 1.500 rupie (4,70 euro) a partire dai 12 anni, e 750 rupie (2,40 euro) per i bimbi di inferiore ai 12 anni. Vale decisamente la pena visitare questo parco pieno di vegetazione, non mancate un passaggio al Royal Palm Avenue!

Vi consiglio di prevedere almeno una notte di soggiorno a Kandy perché questa città offre tante attività da fare anche nei dintorni. Con un solo pernotto a Kandy abbiamo potuto visitare anche questi luoghi sul percorso:  

  • Ranweli Spice Garden, sulla strada da Sigiriya a Kandy, molto interessante per scoprire tante cose su piante locali – ingresso libero;
  • Aluvihare Rock Temple, nella città di Matale, un meraviglioso tempio nella roccia, fuori dalle rotte più conosciute, con Budda colorati (ingresso 1,50 euro);
  • Ambuluwawa Tower, una torre vertiginosa che ha visitato papà Gabri per noi (non consigliato con bambini piccoli, perché man mano che si sale i gradini diventano strettissimi, e oltre all’altezza, la rampa presenta delle larghe aperture, quindi assolutamente no con i piccoli!).

Statua di Budda nel tempio nella roccia Aluvihare, Sri Lanka

Partendo da Kandy si può sempre fare un’escursione in giornata per Sigiriya e Dambulla.

Per scoprire meglio Kandy non perdete questo articolo.

Nuwara Elya

Cosa vedere in Sri Lanka con bambini? Nuwara Elya di certo è una tappa imperdibile perché scoprirete un volto di questo paese totalmente diverso da quanto visto finora, in un verde lussureggiante, con casette a schiera e giardini molto curati che ricordano la campagna inglese. Non a caso questa zona viene chiamata “Little England”. Per arrivare a Nuwara Elya si può optare per due opzioni: prendere il treno da Kandy (dicono essere la più bella tratta in treno dello Sri Lanka) oppure arrivare in auto o con tuk tuk. Noi ci siamo arrivati con il nostro driver e abbiamo pernottato a Nuwara Elya una sola notte, ma siccome la città offre tanto verde lussureggiante, eleganti giardini e un grande senso di pace tra le numerose piantagioni di tè, se potete, dedicate almeno due giorni. In questa zona è possibile visitare piantagioni e fabbriche di tè per osservarne da vicino la produzione. Lo sapevate che lo Sri Lanka è il terzo paese esportatore di tè al mondo? Per scoprire meglio Nuwara Elya, questo è l’articolo dedicato.

Visitare le piantagioni di tè a Nuwara Elya, Sri Lanka

Ella 

Ella è una delle località più turistiche dello Sri Lanka, luogo di approdo di chi ama trekking ed escursioni. Sarò forse impopolare, ma a me la città di Ella non è piaciuta moltissimo. Il centro (una strada principale) è pieno di hotel e locali (molti dei quali in stile inglese), ed è abbastanza movimentato. Tuttavia, rimane una tappa quasi obbligata dove andare in Sri Lanka con bambini. A Ella si arriva per due motivi principali: per viaggiare sul famoso treno panoramico (che arriva qui da Nuwara Elya o Kandy, noi abbiamo percorso la tratta Nuwara Elya – Ella), e per fare trekking tra le montagne. La cittadina si trova a circa 1.000 metri di altitudine ed è una delle principali aree per avventura e attività outdoor.

Oltre ai trekking, da non perdere a Ella sono l’iconico Nine Arch Bridge (molto affollato, per arrivare si fa un breve sentiero, ma occhio che se non volete camminare al ritorno, i tuk tuk sono estremamente cari: 9 euro per riportarvi su!), e il trekking a Little Adam’s Peak, una delle montagne più importanti del paese.

Panorama da Little Adam's Peak, Ella Sri Lanka

Ella Sri Lanka, Nine Arches' Bridge

Sulla strada da Ella verso Yala (nostra tappa successiva) vi consiglio un passaggio alle Ravana Falls e al meraviglioso Buduruwagala Temple, quest’ultimo fuori dai percorsi più battuti ed molto suggestivo con il suo grande Budda.

Viaggio in Sri Lanka con bambini

Yala National Park

Uno dei luoghi dove andare in Sri Lanka con bambini è sicuramente un parco nazionale per partecipare ad un safari. Lo Sri Lanka, infatti, è ricco di aree protette e parchi nazionali dove poter osservare la flora e fauna locale. Un’esperienza perfetta per tutta la famiglia. Molti sono i parchi nazionali che si possono visitare, i principali sono Minneriya, Wilpattu, Kaudulla, Uduwalawe, Hurulu e ovviamente Yala, tra i più grandi del paese. Noi abbiamo scelto di fare il safari a Yala sia per poter vedere il leopardo, sia perché logisticamente era più “di strada” nell’itinerario che avevamo scelto di fare. Ovviamente non c’è la certezza di vedere il leopardo andando a Yala, perché il parco è enorme e rimangono solo circa una trentina di esemplari. Secondo voi, lo abbiamo visto il leopardo? Scoprite qui la nostra esperienza!

Quale safari scegliere può dipendere da molti fattori, ma io vi consiglio vivamente di farne almeno uno (scegliendo tra quelli dove non ci sono solo elefanti, per vivere un’esperienza più ricca) perché è una delle esperienze più incredibili da fare in Sri Lanka con bambini. La nostra esperienza a Yala è stata meravigliosa, ma anche impegnativa con due bimbi piccoli. Ma questo ve lo racconto meglio in questo articolo: Safari in Sri Lanka, Yala National Park

Safari Sri Lanka, Yala National Park

Mirissa

Mirissa è stata per noi la tappa di mare e relax dopo un on the road di dodici giorni, quindi ne abbiamo approfittato per rallentare i ritmi, rilassarci con i nostri bambini e vivere al ritmo dell’oceano. Se vi state chiedendo se Mirissa non deve mancare tra le cose da vedere in Sri Lanka con bambini, posso dire che a noi non è affatto dispiaciuto il ritmo di vita rilassato e molto easy che qui si respira vista oceano. Anche se per mio gusto personale, la cittadina non é chissà cosa. Tuttavia, di Mirissa ci portiamo il ricordo di meravigliosi tramonti, lunghe camminate sulla sabbia a piedi nudi, deliziosi localini fronte oceano e le sue good vibes. Mirissa è il posto ideale per fare vita da spiaggia, è molto rinomata per il surf, ma si possono fare anche altre attività come l’avvistamento dei cetacei oppure snorkeling e nuotare con le tartarughe marine.

Per il nostro soggiorno a Mirissa abbiamo scelto Glamour Mirissa, un hotel semplice ma molto carino a due passi dalla spiaggia dove abbiamo trascorso tre giorni di puro relax. Date un occhio direttamente qua!

Tipsy Turtle Beach Mirissa Sri Lanka

Per scoprire di più su Mirissa: Mirissa cosa fare, dove mangiare e dove dormire. 

Colombo

Tempio di Gangarama Sima Malaka, Colombo Sri Lanka

Dopo tre giorni a Mirissa, siamo ritornati a Colombo che è stata la degna conclusione del nostro meraviglioso viaggio in Sri Lanka con bambini. Sulla capitale dello Sri Lanka non avevamo molte aspettative, e invece ci è piaciuta tantissimo e consiglio vivamente di dedicarci almeno una giornata. Colombo è una classica metropoli asiatica, caotica e piena di gente, ma le nostre 24 ore qui sono state perfette per esplorare le principale attrazioni e decretare che sì, Colombo è assolutamente da inserire tra i luoghi dove andare in Sri Lanka con bambini. Di Colombo ci hanno colpito i suoi colori, profumi e odori che si fatica a riportare a parole, bisogna viverli, e anche il fatto che si può facilmente girare in tuk tuk, entrando quindi nel vivo della vita locale. A Colombo potete visitare i suoi principali templi, fare un tour gastronomico della città, passeggiare tra i locali in riva all’oceano a Galle Face Front oppure prendere parte ad una visita guidata delle principali attrazioni della città.

Vi racconto meglio delle nostre 24 ore a Colombo qui: Colombo Sri Lanka, cosa vedere in un giorno

Il nostro viaggio in Sri Lanka è stato meraviglioso, spero di avervi trasmesso almeno un po’ della meraviglia che abbiamo vissuto qui. Tutto questo itinerario lo abbiamo fatto con un driver che ci ha accompagnato per 12 giorni in tutte queste tappe. Se avete bisogno di un driver per i vostri spostamenti in Sri Lanka, scrivetemi su info@viaggiatorisicresce.it oppure su Instagram così vi passo i contatti del nostro driver con cui ci siamo trovati benissimo!

Vi è stato utile questo articolo per definire il vostro itinerario di viaggio in Sri Lanka con bambini? Fatecelo sapere nei commenti!

Seguiteci anche su Instagram e Facebook per non perdere i nostri consigli di viaggio con bambini nel mondo. Se avete bisogno di supporto nella definizione del vostro itinerario di viaggio, posso aiutarvi con una consulenza personalizzata per delineare insieme il vostro viaggio su misura. Per maggiori informazioni potete scrivermi una mail a info@viaggiatorisicresce.it.

Ultimi articoli dal blog con le nostre ispirazioni di viaggi in famiglia:

Grecia con bambini, 7 idee di viaggio in famiglia

Cosa vedere a Cipro in 10 giorni

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

Verified by MonsterInsights