Home » Tzoumerka, Epiro: la Grecia che non ti aspetti

Tzoumerka, Epiro: la Grecia che non ti aspetti

di Federica

Siete alla ricerca di una destinazione insolita e poco battuta in Grecia dove fare un viaggio autentico, lontano dal turismo di massa, in armonia con la natura? Andiamo a scoprire Tzoumerka, Epiro, una zona nel nord-ovest della Grecia vicino la città di Ioannina, che sorprende perché completamente diversa dal solito immaginario di Grecia. Qui a Tzoumerka Epiro vi troverete immersi nella natura allo stato puro, tra montagne, fiumi, cascate e villaggi autentici che vi faranno scoprire e innamorare di un’altra Grecia.

Tzoumerka è una catena montuosa dell’Epiro, con vette che superano i 2.000 metri, una zona di imponente bellezza, un ambiente naturale dove le montagne convivono in armonia con la vegetazione, i corsi d’acqua, con gli insediamenti rurali che testimoniano le tradizioni più autentiche e la lunga storia dell’Epiro. Una destinazione perfetta per chi cerca un turismo lento e natura pura, coniugando la montagna con tante cose interessanti da scoprire in Epiro tra storia, archeologia e mare.

Tzoumerka Epiro, cosa fare e cosa vedere 

L’area di Tzoumerka Epiro è una meta ideale per chi ama la natura, la montagna, i trekking e le attività outdoor. Andiamo quindi a vedere cosa vedere e cosa fare a Tzoumerka Epiro tra queste montagne greche poco conosciute.

Ponte di Plaka 

Si tratta di un tipico ponte in pietra, come tanti altri caratteristici dell’Epiro, la cui altezza di 21 metri sul fiume Arachthos lo rende estremamente scenografico e imponente. Fino al 1913 questo ponte era il confine tra il nuovo stato greco e l’impero ottomano. Si raggiunge facilmente dal paese di Kalentzi, seguendo le indicazioni stradali sul navigatore. Ad un certo punto, parcheggiata l’auto, si percorre un percorso pedonale lungo il fiume che conduce al ponte in cinque minuti a piedi. Qui si trova anche un piccolo bar per una pausa caffè. Se venite con bambini e volete salire sul ponte per attraversarlo, occhio perché il ponte è basso e c’è pericolo di cadere! Curiosità: questo ponte era crollato nel 2015 a causa delle forti piogge e quello che si vede oggi è la sua ricostruzione.

Ponte di Plaka nella regione di Tzoumerka Epiro caratteristico ponte in pietra

foto @hotel_rodami

Cascate di Klifki

Le cascate di Klifki sono ancora poco conosciute e sono natura allo stato puro in Epiro Grecia! Si raggiungono in dieci minuti di auto dal paese di Kalentzi. Per arrivarci è consigliabile avere un’auto (4×4), per poi proseguire il percorso a piedi. La discesa verso le cascate è di media/ facile difficoltà, ma con bambini piccoli è un po’ impegnativo perché c’è da camminare. Lasciata l’auto, si cammina mezz’ora per arrivare alla prima grotta dalla quale esce un fiume sotterraneo. L’acqua uscita dalla roccia forma quattro cascate. Proseguendo verso il fiume Arachthos si passa accanto al vecchio mulino (che al momento è dismesso, ma per l’estate 2024 verrà aperto come bar e area sosta per i visitatori). L’ultima cascata del percorso è quella più alta con i suoi cinque metri; qui si forma una piccola piscina naturale dove in estate è possibile trovare refrigerio e fare il bagno.

Cascate di Klifki in Epiro Tzoumerka

Cascate di Klifki natura allo stato puro Epiro Tzoumkera

Durante la stagione autunnale (quando ci siamo stati noi) la cascata principale è priva di acqua, ma da aprile a giugno è molto rigogliosa dopo lo scioglimento delle nevi.

Dalle cascate di Klifki in auto si può raggiungere un antico castello che presenta un balcone naturale con panorama sul canyon e sul fiume Arachhtos.

Le cascate di Klifki sono sicuramente da inserire tra le cose da vedere a Tzoumerka Epiro. Per la stagione 2024 verranno implementati servizi di accessibilità con recinzioni e messa in sicurezza di tutto il percorso. Se visitate queste cascate con bambini piccoli, considerate circa un’ora di camminata per ritornare al parcheggio auto.

Monastero di Tzouka 

Questo bellissimo monastero si trova nel villaggio di Ellinikò ed è una delle cose da non perdere a Tzoumerka Epiro. Costruito nel 1190 in cima ad una collina, da qui si gode di una meravigliosa vista panoramica sulla gola del fiume Arachthos e sulle montagne di Tzoumerka. Si tratta di un monastero maschile attualmente abitato da due monaci. All’interno del monastero si trova una piccola chiesa dedicata alla nascita della Madonna (8 settembre). Osservandola si notano dei fili che corrono tutto intorno al suo perimetro: si tratta dei fili che i devoti legano in segno di gratitudine  dopo aver ricevuto la grazia dalla Madonna (cosa molto comune in monasteri e chiese in Grecia).

Cosa vedere a Tzoumerka Epiro

Monastero di Tsouka in Grecia, con panorama sul fiume Arachthos e la gola tra le montagne di Tzoumerka

Museo di Arte Moderna di Papagiannis

Rimanendo nel villaggio di Ellinikò, vicino alla scuola elementare nel centro del paese si trova il Museo di Arte Moderna dedicato allo scultore greco Theodoros Papagiannis, uno dei principali scultori greci viventi. Le sue opere sono state fortemente influenzate dalla sua terra d’origine, l’Epiro, dal suo paesaggio roccioso e dalla sua storia. Le sue sculture si trovano in tutta la Grecia e non solo. La strada che unisce il villaggio di Ellinikò al Monastero di Tzouka è piena delle sue sculture molto particolari che vale la pena osservare.

Opere dello scultore greco Papagiannis nel villaggio di Elliniko Tzoumerka Epiro

Tzoumerka Epiro, visitare il monastero di Kipina

Costruito nel 1212 su una parete di roccia verticale e interamente incastonato nella roccia, il Monastero di Kipina è dedicato all’Assunzione di Maria (15 agosto) ed è senza dubbio una delle cose più belle da vedere a Tzoumerka Epiro. Il monastero oggi non è più abitato, ma si possono visitare le antiche celle dei monaci che guardano a strapiombo sulla strada sottostante. Si entra attraversando un piccolo ponte di legno retraibile ed è un monastero molto visitato dai greci. Gli affreschi della chiesetta risalgono al tardo 17. secolo.

Monastero di Kipina a Tzoumerka Epiro Grecia

foto di @hotel_rodami

Famiglia in viaggio in Epiro Grecia nella regione di Tzoumerka

Epiro Grecia, i villaggi di Kalarrytes e Syrrako

Proseguendo dal Monastero di Kipina verso nord, in 15 minuti di auto si raggiunge uno dei villaggi greci più belli mai visti. Kalarrytes è un villaggio tradizionale dell’Epiro a 1200 metri di altitudine, incastonato tra le montagne e interamente costruito in pietra con vie percorribili solo a piedi. Il villaggio è di un’autentica e genuina bellezza, con una piazzetta centrale dove in estate si svolgono i panigiria (feste tradizionali greche con canti e balli) e in autunno il tempo sembra essersi fermato. Pensate che durante l’autunno/inverno nel villaggio di Kalarrytes abitano solo 15 persone. Degna di nota è l’imponente chiesa di San Nicola che domina il villaggio in altura e da cui si gode di un panorama meraviglioso sulle montagne circostanti. Kalarrytes era ed è tuttora famoso per la lavorazione dell’argento, le cui testimonianze si possono osservare in diversi angoli del villaggio. Proprio di Kalarrytes, infatti, era originario l’argentiere Sotirios Bulgari, che a fine ‘800 fondò a Roma il noto marchio dei gioielli.

Per vivere l’atmosfera autentica del luogo, a Kalarrytes fermatevi a mangiare alla taverna Zervas, nella piazza principale del villaggio in cui godere di un contesto accogliente e sospeso nel tempo. Non è forse un’atmosfera magica quella di Kalarrytes?

Grecia in autunno villaggio di Kalarrytes in Epiro

Cosa vedere in Epiro Grecia villaggio di Kalarrytes

Tzoumerka regione montuosa in Epiro Grecia villaggio di Kalarrytes

foto di @hotel_rodami

Di fronte a Kalarrytes si trova Syrrako, un altro villaggio che è un gioiello di montagna, anch’esso costruito completamente in pietra e percorribile solo a piedi. Syrrako e Kalarrytes sono collegati da una storia comune, entrambi i villaggi erano in passato molto ricchi e ne sono testimonianza le loro imponenti case di pietra. Sorgono uno di fronte all’altro, separati da una gola percorribile a piedi su un antico sentiero di 2.7 km (facile). Noi purtroppo non siamo riusciti a fare il sentiero a causa della pioggia, ma posso solo immaginare la bellezza di quegli scenari!

A Syrrako vale la pena visitare la chiesa di San Nicola e il museo di storia e tradizione popolare, situato nella casa del poeta Greco Kristallis.

Grotta di Anemotripa 

Anemotripa in greco vuol dire “buca dove passa il vento”. Si tratta dell’unica grotta in Grecia che è attraversa da un fiume (affluente del fiume Arachthos) per tutta la sua lunghezza, cosa che rende questa grotta molto pulita. La parte visitabile della grotta è lunga 250 metri con lo stesso punto di entrata ed uscita. La grotta è visitabile con tour guidati, organizzati per gruppi di almeno 5-6 persone (quindi se arrivate e non c’è nessuno, potreste non visitare le grotte) e parte ad orari prestabiliti. Dal 1 settembre al 30 giugno il tour parte alle 11, 12.30, 14 (sabato, domenica e giorni festivi anche alle ore 16). Segnalo questo numero di telefono trovato all’ingresso della grotta per eventuali richieste di informazioni: 0030 6949231710.

Anemotripa Cave Tzoumerka Epiro

Cascate di Kouiassa

A 2 km dal Monastero di Kipina si trova il sentiero che conduce alle Cascate di Kouiassa, uno dei luoghi assolutamente da non perdere durante un viaggio a Tzoumerka, Epiro. Il sentiero è abbastanza facile e adatto a tutti. Si passa prima da un ponte in pietra, poi un ponte in ferro sopra una prima cascata (piena durante l’autunno, figuriamoci in primavera!) fino ad arrivare al vecchio mulino che è stato trasformato in un bar (chiuso a novembre). Proprio di fronte al mulino si possono osservare le prime cascate che offrono uno scenario molto suggestivo.

Proseguendo il sentiero intorno al mulino ci si immerge in una natura più fitta e dai colori meravigliosi. Il sentiero è facile con bambini al seguito, ma essendoci tanta acqua e terreno umido vi consiglio di prestare attenzione. Il percorso conduce ad una piscina naturale e una suggestiva cascata dove è possibile fare il bagno nell’acqua rigenerante.

Cascate di Kouiasa cosa vedere in Epiro

Tzoumerka Epiro, fare rafting sul fiume Arachthos

Tzoumerka Epiro è una meta ideale per gli amanti della natura, delle attività outdoor e del rafting. Proprio qui infatti scorre uno dei migliori fiumi in Grecia per fare rafting, il fiume Arachthos, originario della catena montuosa del Pindo nella regione di Metsovo. Il rafting parte dal ponte di Politsa e scende fino al ponte di Plaka. In zona ci sono diversi tour organizzati per fare rafting, per i bambini è possibile farlo dai 5 anni di età.

Cascata di Kefalovriso

Una delle cose da fare a Tzoumerka Epiro è vedere la cascata più alta di tutta la Grecia. Con i suoi 350 metri, la cascata di Kefalovriso è una dei paesaggi più suggestivi in zona. Si raggiunge con un sentiero di media / bassa difficoltà partendo dal paese di Melissurgi e la lunghezza del percorso (a/r) è di 3.6 km. Al ritorno il sentiero attraversa la foresta di pini dove si trova anche il rifugio del paese.

Cascate gemelle 

Vicino al paese di Katarraktis si trovano le cosiddette “Cascate gemelle”. Si tratta di due imponenti cascate di circa 60 metri di altezza, che vengono alimentate dall’acqua delle piogge o dallo scioglimento della neve in primavera. Si arriva con la macchina ad una caffetteria a 950 metri di altitudine con vista sulle montagne e dopo una camminata di dieci minuti si giunge proprio sotto le due cascate dove si può percepire tutta la forza della natura.

Cascate gemelle Tzoumerka Epiro

foto @hotel_rodami

Rifiugio Pramanta

Non molto distante dalle cascate di Kefalovriso si trova il Rifugio Pramanta (prende il nome dal più grande paese in zona). Si può arrivare direttamente in auto ad un’altitudine di 1300 metri ed è un rifugio per chi vuole connettersi interamente con la natura dell’Epiro Grecia. Da qui si gode di un panorama mozzafiato sulle montagne di Tzoumerka.

Tzoumerka Activities Center

Vi segnalo questa realtà soprattutto se viaggiate a Tzoumerka Epiro con bambini e ragazzi. Il Tzoumerka Activities Center è un centro di attività sportive outdoor nel meraviglioso contesto di montagna del paese di Agnanta. Noi ci siamo fermati per far giocare i nostri bimbi dopo aver trascorso diverse ore in macchina. In questo centro si possono svolgere diverse attività, dai percorsi all’esterno (accessibili ai bambini dai 2 anni circa) a lezioni di arrampicata (all’interno). Se cercate un luogo dove far divertire i vostri bimbi all’aria aperta tra giochi e percorsi in natura, questo luogo è perfetto.

Epiro Grecia, come arrivare a Tzoumerka 

Dall’Italia ci sono diverse alternative per arrivare a Tzoumerka Epiro. Il primo è quello di arrivare in traghetto a Igoumenitsa (da Bari, Brindisi o Ancona) e con un’ora e un quarto si arriva nel paese di Kalentzi, ottimo punto di partenza per esplorare Tzoumerka. Se siete comodi a volare su Atene o Salonicco, avrete poi bisogno di prendere un’auto a noleggio perché qui la macchina è indispensabile. Durante l’estate da diverse città italiane sono attivi voli diretti per l’aeroporto di Aktion Preveza, da qui Tzoumerka si raggiunge in un’ora e mezzo di auto.

Tzoumerka Epiro, quando andare  

Noi abbiamo visitato la regione di Tzoumerka Epiro la prima settimana di novembre perché l’abbiamo unita alla regione dei Zagorochoria, o Zagori, a nord di Ioannina. Il nostro obiettivo durante questo viaggio era quello di vedere i colori autunnali dell’Epiro. L’autunno è una stagione molto tranquilla per visitare Tzoumerka Epiro, c’è pochissima gente, per lo più solo locali o greci dalle zone limitrofe. Sicuramente l’autunno è un’ottima stagione per visitare Tzoumerka Epiro se siete consapevoli che è autunno, cioè che si può trovare pioggia, che fare i trekking per le montagne è meno “comodo”. La stagione migliore quando visitare Tzoumerka Epiro è sicuramente la primavera/estate nei mesi di maggio e giugno quando la natura è molto rigogliosa. Si sciolgono infatti le nevi e cascate e fiumi sono pieni di acqua, la natura verde e sgargiante, prima dell’arrivo del caldo estivo. Se visitate Tzoumerka in estate potete fare tante attività outdoor, e coniugare le montagne con il mare, bellissimo anche in Epiro. Infatti, da Kalentzi in un’ora di macchina si raggiunge Preveza, bellissima cittadina di mare con spiagge meravigliose, fuori dalle solite rotte turistiche greche, tranquilla ma molto vivace e piacevole. Lo scorso anno noi abbiamo fatto mare proprio a Mytikas (Preveza) e ci è piaciuto moltissimo.

E se voleste abbinare un’isola, da Tzoumerka non si è poi molto lontani da Lefkada, Cefalonia e Corfù per unire questa zona di Epiro con qualche isola ionica.

Tzoumerka Epiro, dove dormire

Per il nostro viaggio a Tzoumerka Epiro abbiamo scelto Hotel Rodami nel paese di Kalentzi, ottimo punto di partenza per esplorare questa zona. Si tratta di un’antico casale del 1833, interamente ristrutturato in legno e pietra, a soli 25 chilometri dalla città di Ioannina. Hotel Rodami dispone di tre appartamenti spaziosi, attrezzati con cucina, lavatrice, un ampio giardino esterno, parcheggio auto e tutto il necessario per i bimbi più piccoli (dai seggiolini nella sala colazione alla culletta e qualche gioco nell’appartamento). L’area della colazione è molto raccolta ed è arredata con diversi mobili di antiquariato che rendono l’atmosfera molto accogliente e famigliare. All’esterno vi è anche un playground con giochi per i bimbi in una zona completamente recitata e sicura per i più piccoli. Qui vi è anche una zona barbecue e una bellissima vista sulle montagne circostanti. Presso Hotel Rodami è anche possibile noleggiare le bici (al momento mountain bike, ma per la prossima stagione ci saranno anche e-bike). Abbiamo amato Hotel Rodami per la calorosa accoglienza dei proprietari, Vasilis e Dimos, due fratelli molto legati alle loro origini che vi faranno innamorare di Tzoumerka Epiro. Entrambi parlano italiano e non vedono l’ora di accogliere visitatori desiderosi di conoscere questo lato meno conosciuto di Grecia, ma così autentico e di estrema bellezza. Vasilis e Dimos sono disponibili per visite guidate in zona e per farvi scoprire questa zona di Epiro Grecia in maniera autentica.

Dove dormire a Tzoumerka Epiro

Dove dormire in Epiro Grecia

Per il vostro alloggio a Tzoumerka Epiro Hotel Rodami è la soluzione ideale, per famiglie e non solo. Potete prenotare Hotel Rodami direttamente a questo link per il vostro prossimo viaggio ellenico (questo è un link affiliato: per le prenotazioni tramite questo link il prezzo all’utente non cambia, ma noi percepiamo una piccola percentuale, se vorrete farlo potrete sostenerci nei nostri progetti e dimostrare di apprezzare i nostri consigli di viaggio).

In alternativa, non esitate a contattare Vasilis e Dimos di Hotel Rodami direttamente sul loro sito web. 

Tzoumerka Epiro, altri itinerari di un giorno 

Siccome questa è una zona di Grecia di cui si parla ancora molto poco, ci tengo a condividere qualche itinerario da fare in giornata nei dintorni di Tzoumerka Epiro, partendo proprio da Hotel Rodami, Kalentzi. Oltre alle cose di cui ho parlato sopra e che richiedono almeno quattro giorni, ecco altre idee per itinerari di un giorno per chi può aggiungere un po’ di strada in questa zona di Epiro, Grecia.

Itinerario 1: Kalentzi – Meteora – Metsovo

L’itinerario parte da Hotel Rodami per andare a scoprire le meravigliose Meteore, uno dei posti più suggestivi di Grecia. Da Kalentzi si percorrono due ore di strada per arrivare a Meteora (circa 115 km). Sulla via del ritorno ci si ferma poi a Metsovo, villaggio di montagna considerato uno dei più belli di Epiro. Metsovo è conosciuta per la produzione di ottimo vino (si possono fare delle degustazioni) e per il suo formaggio tipico metsovone. Da Metsovo si raggiunge poi il lago artificiale di Aos, a 1300 metri di altitudine, dove c’è un sentiero intorno al lago percorribile a piedi.

Itinerario 2: Kalentzi – Dodoni – Nekromanteio – Preveza città e mare – Nicopoli d’Epiro

Si parte in direzione di Dodoni, sulla strada che da Kalentzi va verso Igoumentisa. Dodoni si trova a circa 20 km da Ioannina e rappresenta il sito archeologico più importante della regione dell’Epiro. Qui vi era il secondo oracolo più venerato dell’antica Grecia, secondo solo a quello di Delfi. Se andate a Dodoni in autunno il sito è aperto fino alle ore 15.30. Sulla strada per Dodoni si trova il Museo Vreli, un museo delle cere dedicato alla storia greca. Scendendo verso Preveza è imperdibile una sosta al sito di Nekromanteio, il più grande oracolo della morte dell’antichità. La città di Preveza merita di essere vissuta come cittadina molto vivibile e anche per il suo bellissimo mare. Consiglio la spiaggia di Monolithi, la più lunga di tutta la Grecia, con diversi beach bar (tranquilli ed economici) e anche ampi tratti di spiaggia libera. Da Preveza si può raggiungere una parte del sito di Nicopoli d’Epiro, l’antica città fondata dall’imperatore Ottaviano Augusto per celebrare la sua vittoria nella battaglia di Azio nel 31 a.C. su Antonio e Cleopatra. Dopo Nicopoli si rientra a Hotel Rodami a Kalentzi.

Itinerario 3: Kalentzi – Kokkinopilos – Lago di Ziros – Acquedotto romano di Louros – Orraon.

Uno di quei luoghi che non si penserebbe di trovare in Grecia è Kokkinopilos. Si tratta di colline di argilla rossa (da qui il nome kokkino = rosso in greco ) nell’entroterra di Preveza che offrono uno scenario incredibile. Poco distante da qui si trova il lago di Ziros, un’oasi di verde e di pace per immergersi nella natura. Da qui si prosegue per l’acquedotto romano di Louros, che portava l’acqua alla città di Nicopoli. Molto scenografico nelle foto, deve esserlo ancora di più dal vivo. Qui in estate si può fare il bagno nelle acque rigeneranti del fiume. Tornando verso Kalentzi Tzoumerka, Epiro, ci si può fermare a Orraon. Qui oggi rimane il sito archeologico di quella che era una città fortificata caratterizzata da torrioni in pietra, distrutta dopo la fondazione di Nicopoli d’Epiro (si conservano gli unici resti di torrioni fortificati esistiti in Grecia avanti Cristo).

Alla visita di Tzoumerka Epiro si può anche aggiungere la visita di un’altra zona di Epiro molto suggestiva sia in estate che autunno, ovvero la regione di Zagori o Zagorochoria, a nord di Ioannina, recentemente dichiarata Patrimonio Unesco.

Per scoprire meglio Zagori e l’Epiro in generale, questi articoli sono molto utili:

Zagori, cosa vedere in una Grecia insolita e autentica

Dove andare in Grecia in autunno: alla scoperta dell’Epiro

Epiro Grecia, itinerario estivo di due settimane

Cosa vedere a Preveza, una Grecia tutta da scoprire

Spero con questi articoli di avervi incuriosito a conoscere una Grecia diversa e altrettanto meravigliosa! Una Grecia di cui si parla molto meno, ma che è così genuina e autentica, da promettere ritorni. Se avete domande sull’Epiro e su Tzoumerka scrivetemi sul nostro profilo Instagram, vi aiuto a pianificare il vostro itinerario!

Se vi ha incuriosito Tzoumerka Epiro, fatemelo sapere nei commenti e condividete pure l’articolo con altri appassionati di Grecia.

 

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

Verified by MonsterInsights