Home » Vietnam con bambini, visitare la valle di Mai Chau

Vietnam con bambini, visitare la valle di Mai Chau

di Federica

Immaginate verdi distese di risaie, tutto intorno colline e case costruite in canne di bambù, strade sterrate e polverose, un paesaggio rurale e bucolico dove sembra di essere in una dimensione mai vista prima. Siamo nella valle di Mai Chau, una regione nel nord del Vietnam che conserva intatte le sue radici, dove le etnie locali mantengono i loro usi e costumi tradizionali, le case sono semplici, i bambini corrono per strade non asfaltate, colline e montagne da un lato e dall’altro campi di risaie con contadini chini dediti al loro raccolto. Visitare Mai Chau durante un itinerario Vietnam con bambini piccoli è un’esperienza che vi consiglio di non perdere, perché qui, lontano dalla frenesia di Hanoi, si viene a contatto con un altro volto del Vietnam, lento, autentico e genuino.

In questo articolo andiamo a scoprire insieme la valle di Mai Chau Vietnam, cosa vedere in questa regione rurale del paese, in un itinerario di tre giorni con bambini piccoli.

Mai Chau Vietnam

Mai Chau Vietnam cosa vedere 

Siamo giunti a Mai Chau in tarda mattina dopo un transfer da Hanoi di circa 3 ore. Il paesaggio fa presto a cambiare lungo il tragitto, dal caos della capitale diventa sempre più rurale, campagne a perdita d’occhio, agli angoli delle strade baracchini e mezzi di trasporto vecchi e trasandati.

La città di Mai Chau di per sé non è niente di imperdibile, anzi è abbastanza grigia e trafficata. Sono i suoi dintorni che meritano di essere scoperti con calma e lentezza, motivo per il quale vi consiglio di prevedere in questa zona un pernotto di almeno due notti (ma vi avverto, dopo tre giorni non vorrete più andare via..).

Villaggi rurali e risaie

Tra le cose da vedere nella valle di Mai Chau Vietnam ci sono sicuramente i suoi villaggi rurali dove la vita scorre lenta e le etnie locali conservano usi e costumi antichissimi. Come prima cosa, vi consiglio di fare un giro in bici nel villaggio di Ban Lac, abitato dall’etnia dei Thai Bianco che qui svolgono la loro vita con ritmi lenti dediti a lavorazioni artigianali. Potrete osservare le loro case, costruite su palafitte per proteggersi da eventuali inondazioni o dagli animali selvatici. Potrete fermarvi a parlare con la popolazione locale, estremamente ospitale e pronta ad accogliere con i suoi balli tradizionali.

Vietnam con bambini

Non manchiamo, come di consueto nei viaggi con i nostri bimbi, di fermarci ad osservare la scuola del villaggio, ed i numerosi sorrisi dei bambini per cui noi siamo così diversi. Il giro in bici continua tra le verdi risaie, il cui colore è così luminoso e rigoglioso da riempire gli occhi e il cuore.

Vietnam con i bambini

In questa regione vivono diverse etnie locali che conservano intatto il loro stile di vita semplice. Un’esperienza autentica da non perdere a Mai Chau durante un itinerario Vietnam con bambini è quella di soggiornare in una homestay gestita dai locali, per vivere un’esperienza culturale autentica e immergersi a pieno nella realtà del posto.

Cascate e sorgenti di acqua 

La valle di Mai Chau è caratterizzata da montagne e dolci colline, terrazzamenti di piantagioni di tè e cascate che vi permetteranno di trascorrere giornate in piena sintonia con la natura. Se venite da queste parti con bambini piccoli non posso che consigliarvi di visitare alcune delle principali cascate di questa regione. Grazie al gestore del nostro alloggio abbiamo prenotato un autista che ci ha portato in giro per la zona, raggiungendo zone che altrimenti non avremmo potuto visitare diversamente. La prima tappa sono state le cascate di Go Lao. Per accedervi si paga un ingresso (dal costo irrisorio) ad una signora che abita a due passi da qui e che si occupa di aprire e chiudere la sbarra. Il percorso è molto facile anche con i bambini, ci sono dei gradini per arrivare giù (quindi no passeggino), ma si fa anche senza marsupio perché è una discesa per nulla impegnativa. Con un salto di circa 30 metri, queste cascate sono tra le attrazioni naturali più visitate in zona.

Itinerario Vietnam con bambini

La seconda tappa sono state le cascate di Thac Tat Nang, anche qui il percorso è fattibile con i piccolini al seguito. Le cascate sono immerse nel verde e si cammina molto piacevolmente nella natura (non è previsto alcun ingresso). Dopo le cascate ci siamo spostati verso le sorgenti Suoi Nuoc Nong Bo Am, con acqua calda, dove abbiamo fatto il bagno in un contesto bucolico a dir poco idilliaco, circondati dalle risaie e dalle case in legno di bambù. Vi consiglio di non perdere un passaggio a queste sorgenti se venite a visitare Mai Chau. Non dimenticate costume da bagno e asciugamani, tuttavia io ho preferito non indossare il bikini in segno di rispetto alla cultura locale e quindi ho noleggiato un pareo per pochi spiccioli e ho fatto il bagno coperta. Ai nostri bimbi queste sorgenti sono piaciute tantissimo! Con vista sulle risaie, poi, è stata un’esperienza indimenticabile!

Mai Chau Vietnam

Mercato locale di Mai Chau

Tra le cose da vedere a Mai Chau Vietnam vi consiglio di non perdere una visita al mercato locale di Mai Chau, che si tiene una volta a settimana. L’esperienza è estremamente autentica, perché è un’immersione nei colori ma soprattutto negli odori tipici del luogo, in un contesto pieno di gente che vende ogni genere di cosa, con frenesia e sulla strada polverosa. Girando per questo mercato mi sono sentita per un attimo di nuovo catapultata nei mercati locali delle Ande, dai colori e dagli odori molto intensi. Bastano 15 minuti al mercato di Mai Chau per sentirsi in una dimensione completamente diversa. Noi amiamo visitare i mercati locali, venire qui e osservare questo spaccato di vita locale vietnamita ci è piaciuto moltissimo.

Cosa vedere Vietnam
Mai Chau Vietnam

Mi raccomando a non partire mai senza una buona assicurazione di viaggio, neanche per il Vietnam! Noi ormai viaggiamo da anni con Columbus con cui ci troviamo sempre bene.

Per i lettori di Viaggiatorisicresce è riservato un codice sconto del 10% su qualunque polizza viaggio con Columbus AssicurazioniA questo link potete acquistare la vostra assicurazione di viaggio Columbus con il 10% di sconto (oppure inserendo il codice sconto BTG032 in fase di acquisto).

 

Dove dormire a Mai Chau

Soggiornare in una casa gestita dalla popolazione locale è l’esperienza più autentica che si possa fare, se scegliete di visitare la valle di Mai Chau durante un itinerario in Vietnam con bambini. Si trovano diverse homestay, ospitate nelle abitazioni locali, dove vive la stessa gente del posto, e dove ci sono i confort di base per ospitare anche i visitatori. Noi abbiamo alloggiato due notti presso Truong Huy Homestay, una guest house molto semplice ma che ci si può godere anche con bambini piccoli se avete lo giusto spirito di adattamento. Abbiamo particolarmente apprezzato questo luogo perché ci ha permesso di immergerci nella vera vita locale. Abbiamo mangiato i piatti tipici a base di riso, pollo, spiedini di maiale, e verdure gustosissime, dai sapori semplici e sani. L’homestay è semplice, ma la cordialità e la genuinità dei locali sono ciò che rende l’esperienza incredibilmente autentica. Si fa fatica persino a comunicare con l’inglese, e Google Translator viene in aiuto anche per le comunicazioni più semplici. Ma pensate, che meraviglia è poter entrare per due giorni nella vita locale senza filtri? Ogni giorno abbiamo mangiato con vista sulle risaie, ci siamo goduti i colori dell’alba e del tramonto sulle verdi distese, i nostri bimbi hanno giocato scalzi nella pace di questo luogo, cosa potevamo desiderare di più da questo viaggio?

Questo alloggio permette di noleggiare biciclette anche con seggiolino per i più piccoli (cosa che non si trova ovunque in Vietnam). Da qui, pedalando tra le risaie, un giorno ci siamo imbattuti in una festa di paese e in un playground (a pagamento) dove i nostri figli si sono scatenati!

Itinerario Vietnam con bambini

Mai Chau Vietnam, come arrivare

Il modo migliore per arrivare a Mai Chau è partire da Hanoi, da cui dista circa 140 km. A metà strada, il tragitto comincia ad essere circondato da montagne e la strada diventa tortuosa e quindi non a lunga percorrenza, motivo per il quale ci si mette più di tre ore per arrivare a destinazione. Ad Hanoi si può acquistare un transfer direttamente dal vostro alloggio oppure girando per le vie del quartiere vecchio di Hanoi, troverete diverse agenzie turistiche con cui prenotare i più svariati tipi di escursioni e servizi. Noi abbiamo prenotato il transfer a/r per Mai Chau in un’agenzia locale di Hanoi due giorni prima, pagando circa 50 dollari (auto privata, senza seggiolini per i bambini, che in Vietnam sembrano non esistere!). La guida vietnamita è disordinata e caotica, e noi ce lo ricordiamo bene il viaggio per Mai Chau, un autista impavido che sorpassava tra i tornanti con tanto di auto sulla corsia opposta. Una delle cose che ricorderemo sicuramente di più del Vietnam è la guida priva di regole, eppure funzionante, non abbiamo mai visto un incidente!

Mai Chau Vietnam

Se vi abbiamo incuriositi a visitare Mai Chau Vietnam vi invito a guardare questo Instagram reel per scoprire i motivi per venire qui durante un viaggio in Vietnam con bambini!

Conoscevate la valle di Mai Chau in Vietnam? Se vi va, condividete l’articolo per far conoscere questo posto meraviglioso ad altre famiglie viaggiatrici.

Se non ancora non lo fate, seguiteci su Instagram per scoprire i nostri viaggi on the road con bambini, in Europa e nel mondo!

Per continuare a viaggiare in Vietnam insieme a noi, possono interessarvi questi articoli:

Vietnam con bambini, itinerario e cosa vedere in 12 giorni

Hanoi, cosa vedere in due giorni

 

Altri articoli che potrebbero interessarti

2 comments

Daniela 2 Agosto 2023 - 10:14

Sebbene le alte temperature siano mie acerrime nemiche, il Vietnam è uno dei luoghi per cui metterei da parte l’intolleranza al caldo per visitarlo. Leggendo questo articolo, ho la conferma che deve essere un territorio incredibilmente affascinante e che merita assolutamente il viaggio :)

Rispondi
Federica 2 Agosto 2023 - 23:34

Decisamente! Se non ami il caldo, ti consiglio di evitare l’estate, noi ci siamo stati nel mese di marzo e nella zona nord non era poi così caldissimo (nel centro del paese sì, comunque).

Rispondi

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

Verified by MonsterInsights